Mauritius, l’isola dai mille volti

Barriera corallina, spiagge incantevoli e montagne vulcaniche: alla ricerca dell'Eden dimenticato

Se il paradiso esiste, deve apparire come Mauritius: una vera meraviglia tropicale nel cuore dell’Oceano Indiano, non lontano dal Madagascar. E’ la meta prediletta dagli amanti del mare e del benessere. E’ un’isola affascinante che, oltre a un magnifico litorale (330 chilometri di spiagge), contornato da barriere coralline è sovrastato da pittoresche montagne di origine vulcanica.

 

Solitamente si atterra a Port Louis, la capitale, ricca di architetture eterogenee, in cui si alternano edifici in stile francese-coloniale, chiese cattoliche e anglicane, moschee, templi indù e pagode cinesi. Ma Mauritius è conosciuta per le sue spiagge bianche ombreggiate da casuarine e bagnate da acque cristalline.

 

Tutta l’isola è protetta da una barriera corallina, all’interno della quale si trovano lagune da sogno come quelle di Grand Baie, Péyrebère, Blue Bay, Roche Noire, Le Morne, Tamarin, Trou aux Biches e Ile aux Cerfs che offrono splendide opportunità agli appassionati di snorkeling e di immersioni. Oltre a essere una delle capitali mondiali della pesca d’altura, è un autentico paradiso per subacquei, velisti, surfisti e cacciatori di tesori nascosti, visto che i suoi fondali nascondono oltre 50 relitti.

 

Mauritius non è solo mare. L’isola è anche la meta ideale per gli appassionati di ecoturismo. L’entroterra verdissimo è caratterizzato da montagne che si ergono sopra sterminate distese di canna da zucchero. Negli ultimi decenni sono stati creati numerosi parchi nazionali, riserve zoologiche e aree ornitologiche protette, tra cui l’Ile aux Aigrettes, che ospita una varietà di specie rare, molte delle quali introvabili altrove. Fino al XVII secolo, l’isola era abitata anche dal Dodo, un animale ormai estinto, ma divenuto il simbolo del Paese.

 

Tra le aree verdi protette, la più estesa è il Black River Gorges National Park, ma ci sono anche Le Pouce, Ile Ronde, Ile aux Serpents e Bois Sec. Anche la barriera corallina fornisce l’habitat per numerosi tonni, razze, barracuda, pesci farfalla, ecc. Per chi ama immergersi, sono tre i migliori siti: Merville Aquarium al largo della costa di Grand Baie nel nord, Colorado vicino a Blue Bay nel sud e Rembrant l’Herbe a dieci minuti al largo di Flic en Flac.

Mauritius, l’isola dai mille volti