Marrakech, tra shopping e relax

Tra negozi di moda e design e hammam

Marrakech: da una parte le montagne dell’Alto Atlante e dell’altra a Ovest, a poco più di 150 chilometri, l’Oceano Atlantico. Rosa come le mura della città antica, verde come le palme che svettano nei giardini, divisa tra antichità e modernità, abbagliante e in continuo fermento, ricca di storia e di arte. Un luogo che offre un volto nuovo di sé ogni volta che ci si ritorna. Per questo una sola volta non basta.

Il nucleo storico è costituito dalla città vecchia, racchiusa i bastioni dal caratteristico colore. Qui si staglia la Koutoubia, il minareto che ha ispirato la Giralda di Siviglia. Percorrendo il dedalo di viuzze si arriva alla mitica piazza Djemaa el Fna, patrimonio dell’Unesco. Un luogo di intrattenimento e d’incontro, con i suoi caffè all’aperto e con i suoi ristoranti le cui terrazze affacciano sulla piazza stessa. Ma è alla sera che la questo posto si trasforma: tra incantatori di serpenti, suonatori, danzatori e ambulanti che offrono dai piatti tipici agli afrodisiaci, si respira un’atmosfera unica.

A nord della piazza si sviluppa l’area dei mercati coperti, il suq, dove perdersi letteralmente tra venditori di gioielli, di accessori di pelle, tappeti, ceramica, fabbri, conciatori… Altri luoghi incantevoli da visitare sono le Tombe Sa’didi, i fiabeschi giardini della Menara, la madrassa Ben Youssef, i resti del palazzo El Badi e il giardino Majorelle, che raccoglie piante provenienti da tutto il mondo.

Marrakech negli ultimi anni si è arricchita di locali e negozi di design che reinterpretano la tradizione artigianale in chiave moderna. Come le ceramiche Akkal, la pelletteria di Fadila el Gadi, gli accessori per la casa di Akbar Delights e dell’Atelier Nihal, le candele artigianali di Amira Bougies, i bellissimi caftani d’haute couture di Frédérique Birkemeyer, i pregiati infusi di Tchaba Tea, l’olio di argan e i prodotti di bellezza naturali Nectarome (vale la pena visitare il giardino bio-aromatico D’Ourika) e quelli del marchio Les Sens de Marrakech.

Non possono mancare dei momenti da dedicare al relax e alla cura del corpo. Ogni quartiere ha un hammam pubblico, dove i marocchini si recano almeno una volta alla settimana, così come molti hotel (indirizzi: La Sultana & Hotel & Spa – 403 rue de la Kasbah; Le Jardins de la Medina Hotel & Spa – 21, Derb Chtouka Kashba). È luogo d’incontro e per socializzare, specialmente per le donne. Qui, tra mosaici e pareti in tadelakt, il tipico rivestimento murale di calce, ci si lascia avvolgere dal calore e del vapore umido per liberarsi dallo stress e dalle tossine. Si comincia con un gommage di sapone nero e si prosegue con un impacco al ghassoul, un’argilla naturale purificante ed emoliente indicata anche per le pelli sensibili, per proseguire con dei massaggi agli oli essenziali e finire con un’idratazione intensa della pelle a base di olio di argan.

L’olio di argan, estratto dalla pianta da cui prende il nome che nasce solo in Marocco, è senz’altro tra i prodotti che vale la pena comprare qui. Il migliore proviene dalla raccolta effettuata a mano, non è torrefatto ed è pressato a freddo. È ideale per idratare corpo e viso, mantenere la pelle compatta ed elastica, combattere le rughe. Il tutto in modo naturale.

PER INFORMAZIONI:
Ente Nazionale per il Turismo del Marocco
info@turismomarocco.it
www.marrakech.travel

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Marrakech, tra shopping e relax