La Svizzera è il paradiso della mountain bike. Ecco le prove

La Svizzera è il posto ideale per chi ama la mountain bike. Ecco qualche destinazione dove poter praticare il vostro sport preferito in tranquillità

La Svizzera è il paradiso mondiale della mountain bike. Quest’affermazione potrebbe sorprendervi, dato che solitamente si conosce questo Paese per gli sport invernali. In realtà, anche in molti resort di lusso le biciclette vengono accettate, addirittura riducendo i costi dell’alloggio. Lo stesso discorso vale anche per quando si deve prendere il treno, ottenendo sconti sul biglietto. Adesso che è estate, si possono visitare le montagne della Svizzera ad ogni età, scegliendo però i percorsi a seconda della loro difficoltà. I paesini attorno a Flims-Laax sono il posto perfetto per gli sport all’aperto. Qui si può praticare mountain bike ad ogni livello. Per chi non è ancora un esperto, si consiglia la Foresta Flims, godendo anche di viste mozzafiato come la Gola del Reno, considerata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Ad ogni modo, le 200 miglia di percorsi offrono circuiti per tutti i gusti. L’aspetto positivo di tanta scelta è che c’è sempre il modo di sfidare se stessi oppure di riuscire a diventare più sicuri delle proprie capacità ripetendo percorsi già conosciuti. Lenzerheide si trova in una valle stretta con altrettante miglia da percorrere attorno al lago, scegliendo di attraversare le cime delle montgne oppure di restare tranquilli tra i campi aperti. Inoltre, molti hotel della zona offrono tour in bicicletta nei paraggi, perfetti per chi ancora non ha molta confidenza con la mountain bike oppure per i bambini. Esistono anche itinerari più estesi tra le montagne, come quello che va da Piz Scalottas fino a Chur, scendendo di 1850 metri accompagnati da viste indimenticabili.

St. Moritz è una delle località più esclusive della Svizzera per gli sport invernali, ma la mountain bike vi dà la possibilità di ammirare l’alba da più 3000 metri, facendo colazione nel rifugio sulla sommità del Piz Nair. Esiste anche la Rotta Panoramica, un percorso di oltre 400 km che attraversa tutto il Paese ed è suddiviso in vari circuiti. Per chi preferisce girare in tranquillità, si consigliano gli itinerari di VM, Foppettas e Corviglia, ideali soprattutto per adolescenti e giovani. Per chi invece viaggia con bambini, si può ammirare il ghiacciaio del Bernina, girare attorno ai vari laghi dell’Engadina fino ad arrivare al pittoresco paesino di Maloja. Per i maniaci dell’organizzazione esiste il servizio di guida offerto da bikeschool-engadin.ch.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La Svizzera è il paradiso della mountain bike. Ecco le prove