Itinerari d’autunno: andiamo alla scoperta di Varsavia

Varsavia: eccovi tutte le informazioni utili per conoscere e visitare le più importanti attrattive turistiche durante il vostro splendido soggiorno in Polonia

Varsavia è la capitale della Polonia ed è situata nella parte centro-orientale del Paese, sul fiume Vistola. Oltre ad essere la città più grande della Polonia, è anche una delle più popolose d’Europa.

Un tempo la città veniva chiamata la Parigi del Nord, ma durante la guerra si sono persi i bellissimi edifici e le chiese gotiche che la caratterizzavano, in quanto è stata quasi del tutto rasa al suolo. Alcuni palazzi sono stati riportati al loro antico splendore con ristrutturazioni durate anni in tutta l’area urbana.

Uno di quelli che consigliamo di visitare è il Palazzo della Cultura e della Scienza, realizzato nel 1955. Per anni è stato l’edificio più alto d’Europa, poi sorpassato dall’Università Statale di Mosca. Il palazzo fu donato alla Polonia dall’Unione Sovietica. Nel 1989, quando venne abbattuto il muro di Berlino, si propose di radere al suolo anche questo bellissimo palazzo, ma fortunatamente fu risparmiato, grazie all’intervento della giunta comunale.

La principale attrattiva turistica di Varsavia è costituita dalla Città Vecchia, un quartiere molto antico, in parte ricostruito dopo la Seconda Guerra Mondiale. Numerosi palazzi barocchi e neoclassici si affacciano sulle strette viuzze che la caratterizzano.

Il famoso Barbacane invece vi introdurrà verso la Città Nuova. Si tratta di un edificio eretto nel 1548, sul sito di un’antica porta che introduceva alla città nel medioevo. I resti furono distrutti durante la guerra e poi ricostruiti. Uno degli edifici più belli che vi consigliamo di visitare durante il vostro soggiorno nella capitale della Polonia è il Castello Reale, la residenza ufficiale dei monachi polacchi. Questo imponente edificio è caratterizzato da un’ampia corte interna e dalla particolare Torre di Sigismondo, munita di orologio dei primi anni del XVII secolo.

La Torre Grodzka invece risale al XIV secolo e dalla sua cima potrete godere di un panorama a dir poco spettacolare sulla città. Merita un accenno il magnifico Osservatorio Astronomico dedicato a Copernico, che ospita al suo interno anche un museo. Tante le collezioni permanenti e i percorsi tematici e interattivi con i quali potrete divertirvi. I musei presenti a Varsavia sono davvero molti e uno più interessante dell’altro. Non può mancare una visita al Polin, il museo di storia degli ebrei polacchi, con tanti reperti che ne raccontano le vicende, soprattutto quelle legate all’Olocausto e alla guerra.

Il Museo Uprising rappresenta il museo della rivolta di Varsavia del 1944 mentre il Museo dedicato al re Giovanni III è un palazzo in stile barocco che ospita le splendide e ampie collezioni d’arte del sovrano polacco. Passeggiando per le vie di Varsavia è possibile che incontriate la statua dedicata al famoso musicista Chopin, soprattutto se vi state dirigendo verso il Lazienki Palace, che sorge all’interno di una grande parco, realizzato negli ultimi anni del XVII secolo in stile barocco. Si tratta di un grande parco termale collegato al Palazzo Reale.

Anche a Varsavia è presente il Monumento al Milite Ignoto per commemorare i caduti. La prima tomba dedicata al milite ignoto è stata realizzata a Parigi nel 1920, mentre in Italia si trova sul Vittoriano, altrimenti detto Altare della Patria, a Roma.

Da non perdere anche una tappa al Cimitero Ebraico e ai Giardini di Sassonia, uno splendido parco caratterizzato da bellissimi giardini barocchi, ispirati a Versailles. Al suo interno si trovano altri bei palazzi da visitare, come quello di Bruhl o il Palazzo Blu. Qua e là si possono vedere sculture e statue in stile rococò, fontane, aiuole fiorite e tantissime piante. Un luogo ideale per chi ama la tranquillità e vuole riposarvi tra un’escursione e l’altra in città. Sempre in tema religioso è possibile visitare la Sinagoga, la Chiesa dei Gesuiti.

Chi ama il turismo religioso può visitare la Cattedrale di Varsavia, il principale luogo di culto della città polacca. E’ costruita in stile gotico baltico, ricostruita ovviamente dopo la guerra. Al suo interno ci sono le tombe di alcuni famosi personaggi polacchi come Stanislao I, ed è considerata una basilica minore.

La città è piena di strutture alberghiere di ogni categoria e livello, ma c’è anche la possibilità di affittare piccoli appartamenti, convenienti soprattutto per le famiglie che intendono trascorrere più giorni in città. Nei ristoranti potrete assaggiare i migliori piatti della tradizione gastronomica. Tra le specialità tipiche che vi consigliamo assolutamente di assaggiare citiamo la Barszcz, una zuppa di barbabietole e ravioli dalla forma molto particolare, farciti con carne o funghi, oppure la Zurek, la minestra con farina di segale, uova e salumi spezzettati. Le ricette prendono spunto da tradizioni molto antiche, infatti il Bigos, piatto tradizionale polacco,  risale al Medioevo.

Varsavia si raggiunge facilmente dall’Italia, grazie anche agli ormai tanti voli low cost che propongono tariffe davvero molto vantaggiose.

Itinerari d’autunno: andiamo alla scoperta di Varsavia