Itinerari d’autunno: andiamo alla scoperta di Bruges

L'autunno è la stagione ideale per visitare questa piccola cittadina del Belgio, caratterizzata da canali e un bellissimo centro storico medievale

Bruges è una bellissima e caratteristica cittadina del Belgio situata nella regione delle Fiandre. Dal 2000 il suo centro storico medievale di incantevole bellezza è stato inserito nei beni protetti dall’Unesco. Nel 2002 la cittadina belga è stata anche Capitale della cultura.

Si ritiene che le origini del sito abitativo risalgano al periodo gallo-romano. Infatti le fortificazioni vennero realizzate dopo la conquista da parte di Giulio Cesare nel I secolo a.C. Successivamente la zona fu conquistata dai Franchi e dai Vichinghi.

Bruges è una delle mete turistiche più ricercate di tutto il Paese. L’architettuta medievale del suo centro storico è rimasta intatta, miracolosamente sfuggita varie volte ad assedi, incendi e guerre.

Uno dei principali luoghi di interesse è la Piazza del Mercato, che sorge dove in passato si svolgeva il mercato. Su di essa spicca la torre civica del Beffroi, risalente al 1200. Al suo interno è stato installato un grande carillon con quasi una cinquantina di campane. Nell’altra piazza più importante, piazza Burg, sono presenti altri due monumenti, tra cui il Municipio, realizzato sul sito di un castello dei conti delle Fiandre, costruito in stile gotico e terminato nel 1421.

La Basilica del Santo Sangue, risalente al XII secolo, fu in principio una cappella per i conti della Fiandra e conserva quello che si dice sia una reliquia con il sangue di Cristo conservata da Giuseppe d’Arimatea dopo la deposizione nel Santo Sepolcro che gli apparteneva. La prima chiesa era in stile gotico e successivamente ristrutturata in stile rinascimentale.

Un’altra magnifica chiesa che vi consigliamo di visitare è quella di Nostra Signora, in stile gotico, dove potrete ammirare la famosa scultura di Michelangelo, la Madonna col Bambino. La città di Bruges pullula di architetture religiose di grande pregio. Una di queste è costituita dalla cattedrale di San Salvatore, costruita tra il XIII e il XVI secolo ed è la più antica chiesa realizzata in mattoni di tutto il Belgio. Per gli appassionati di musei consigliamo il Gruuthusemuseum, con collezioni d’arte applicata e decorativa fino al XIX secolo. Il Benijnhof è un quartiere fiammingo molto particolare, che fu fondato nel 1245, dove oggi vivono le suore dell’ordine Benedettino.

Ma le attrazioni turistiche di Bruges non finiscono certo qui. Un’altra chiesa che merita una visita è quella di Santa Valpurga, realizzata in stile barocco nella prima metà del XVII secolo. La chiesa di Nostra Signora della Ceramica, anch’essa del periodo barocco, ma iniziata a costruire nel XII secolo. Il suo interno è riccamente decorato con dipinti, splendidi affreschi, arazzi e arredamento dell’epoca. Nella cripta è sepolto Beato Idesbaldo delle Dune. Merita un accenno anche l’antico ospedale di San Giovanni, eretto nel 1150 e rimasto in servizio fino alla seconda metà degli Anni Settanta e successivamente adibito a museo. Conserva infatti molte opere di Hans Memling, un pittore tedesco di scuola fiamminga morto a Bruges nel 1494. Tra le sue opere più famose ricordiamo la Presentazione al tempio, la Madonna col Bambino in trono e due angeli, l‘Annunciazione e il Ritratto di Tommaso Portinari.

Per chi non lo sapesse, le patatine fritte sono state inventate per la prima volta in Belgio e a Bruges non poteva mancare il museo a loro dedicato. E’ stato fondato nel 2008 ed è interamente dedicato alla storia di questo piatto che è amato in tutto il mondo. Il museo si trova nel palazzo che fu la Loggia dei Mercanti genovesi. Tre piani dedicati alla storia del tubero, proveniente dal Perù, dove esisteva già diecimila anni fa, passando per il settore dedicato agli utensili che servono per lavorarle e naturalmente un’area dedicata all’assaggio delle patatine, accompagnate con le salse dai gusti più svariati. Ideale per chi ama questo tipo di piatto.

A Bruges è molto amato il calcio, ci sono infatti ben tre squadre che militano nei campionati nazionali. Tra gli altri sport praticati a Bruges troviamo anche l’Ultimate Frisbee con squadre provenienti da tutta Europa. Durante un soggiorno a Bruges avrete l’opportunità di frequentare i ristoranti locali e assaggiare alcune specialità tipiche della gastronomia fiamminga e belga. Tra queste ci sono alcune pietanze che vi consigliamo vivamente di provare. Per esempio le cozze gratinate, così come il waterzool, pesce o pollo con panna e verdure varie.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Itinerari d’autunno: andiamo alla scoperta di Bruges