Ferie d’agosto? Pochi se le possono permettere

La crisi economica fa sì che molti italiani debbano rinunciare alle vacanze d'agosto. Poco più della metà può partire, gli altri a casa

Gli italiani stanno sempre più rinunciando alle classiche ferie d’agosto. Solo il 57%, infatti, può permettersi di partire, mentre gli altri resteranno a casa oppure opteranno per una vacanza last minute. Forse. Il motivo? Il portafoglio vuoto. O quasi.

 

Secondo gli ultimi dati annunciati dalla Confesercenti, il 24% ha già deciso di non partire affatto, mentre il 19% deciderà all’ultimo. Al massimo trascorrerà un weekend fuori porta, ma nulla di più. Tra le mete preferite: mare, laghi e città d’arte. E comunque, in Italia, non all’estero.

 

Chi partirà per un Paese straniero opterà principalmente per la Spagna – dove le spiagge sono meno care , la Francia – famosa per le sue tantissime spiagge libere – la Croazia, la meta più economica d’Europa per le vacanze e la Grecia. Saranno molti, invece, gli italiani a partire negli altri mesi estivi: luglio e settembre. Grazie al dollaro favorevole, infine, saranno tanti gli italiani che voleranno negli Stati Uniti.

 

Aumentano di anno in anno coloro che attendono le offerte last minute, quando nelle agenzie e sui siti specializzati arrivano le proposte 2×1 (come al supermercato…), le formule roulette e i voli aerei a pochi centesimi. Petrolio permettendo. E aumentano del 3% rispetto allo scorso anno coloro che si indebitano per pagarsi le ferie a rate

Ferie d’agosto? Pochi se le possono permettere