In viaggio a Pasqua: dal Salento alle Dolomiti

Le destinazioni da scegliere per le vacanze di Pasqua

Asfodeli, anemoni, orchidee selvatiche e papaveri riempiono in primavera di profumi e colori la costa salentina rendendola una perfetta destinazione per il lungo ponte pasquale o semplicemente per trascorrere un week-end. In Puglia la Pasqua è poi veramente suggestiva. A Maglie, ad esempio, si può assistere alla processione del venerdì Santo, durante la quale le statue della passione sono accompagnate dai componenti delle confraternite locali elegantemente vestiti in smoking e seguiti dalle piangenti donne dette prefiche. Per chi volesse soggiornare in zona, a solo 10 minuti da Otranto, si trova la Corte dei Francesi che abbina l’eleganza di una dimora storica alla vivace bellezza di una cittadina marina tra le più famose. Invitante anche il long week-end in barca a vela proposto dalla Masseria Panareo nella campagna di Otranto, all’insegna dello sport e del mangiar bene, in uno scenario davvero mozzafiato con un programma intenso e pieno di emozioni. Per un primo bagno di sole, jogging sulla sabbia e massaggi rigeneranti l’ideale è la Masseria Corda di Lana, inaugurata la scorsa estate. Immersa nel verde, tra ulivi secolari, sorge a soli 5 km dalle bianche spiagge di Porto Cesareo e del Mar Ionio. Relax e silenzio sono la punta di diamante di Borghetto Scerza di Sava. Poche suite e un trullo settecentesco si affacciano su una corte dominata da una quercia secolare, mentre intorno ci sono ulivi a perdita d’occhio e un giardino che profuma di essenze salentine, a soli 7 minuti dal mare. Il bianco dei pinnacoli dei trulli è il colore della Pasqua alla Tenuta Monacelle. Un luogo che invita alla lentezza e al relax, ideale per staccare qualche giorno, in occasione della Pasqua.

A Villach la Pasqua viene accolta con grandi festeggiamenti. Tra le tante inizative nel centro storico della città si possono visitare i mercatini. Dove trovare specialità gastronomiche per il pranzo pasquale. Nella notte di Pasqua numerosi falò (denominati Osterfeuer) illuminano le feste sparse nei villaggi della Carinzia: musica, canti e balli fino all’alba. La mattina di domenica la sveglia è alle 5, perché i botti a quest’ora ricordano la Resurrezione del Signore. Agli spari di prima mattina segue la messa e a seguire le madrine e i padrini, secondo usanze antiche, portano ai nipotini il Reindling e alcuni doni di giocattoli o vestiti. Per i più piccoli nella Piazza Principale ci saranno ad attenderli il trenino, la giostra, ma anche morbidi agnellini e coniglietti da accarezzare e pony da cavalcare. In concomitanza con i mercatini, dal 25 al 28 marzo, si terrà Chocolando in Tour: una trentina di mastri cioccolatieri e pasticcieri realizzeranno specialità al cioccolato di ogni tipo per soddisfare anche i palati più esigenti.

Graz è tempo di mercatini pasquali. Tra la Hauptplatz, la piazza principale della città, quella su cui si affaccia il municipio, la Franziskanerplatz e la Tummelplatz sarà un fiorire di bancarelle con splendide idee regalo. Ma non solo. Qui Pasqua significa anche Osterjause, la tipica merenda pasquale, un appetitoso spuntino con tanti piatti unici da gustare nei ristoranti della città. Dal 27 marzo al 5 aprile, si svolge poi il Festival Psalm, che propone 7 concerti/evento dedicati all’insegna della qualità e dell’originalità. Per godersi tutte queste iniziative c’è l’offerta 3 per 2, valida nella maggior parte degli hotel di Graz.

Il cuore verde dell’Italia è il posto ideale dove ritirarsi per vivere un momento di riflessione quale deve essere la Pasqua. In Umbria sono infatti diverse le celebrazioni dedicate a questa festività. Ad Assisi, ad esempio, si può partecipare alla suggestiva Via Crucis del Venerdì Santo o a manifestazioni dal carattere giullare quali la nota battaglia delle uova di Spoleto. Per il lungo weekend pasquale il Romantik Hotel Le Silve ad Armenzano (PG), che sorge alle pendici del Monte Subasio, a 700 metri di altitudine, propone un soggiorno di quattro giorni e tre notti in camera doppia con prima colazione a buffet, drink di benvenuto al bar con vista sulla valle, tre cene al ristorante Armentum dove assaporare i sapori della grande tradizione umbra.

La Pasqua è il momento migliore per godere dei profumi e colori toscani. Dal 3 al 5 aprile 2010, al Monsignor della Casa Country Resort di Borgo San Lorenzo (FI), offre tre pernottamenti con colazione, pranzo prasquale al rinomato ristorante del resort e l’utilizzo delle attrezzature sportive a partire da 393 euro a persona in camera matrimoniale con riduzione per il terzo e quarto letto per i bimbi al di sotto dei 10 anni.

Anche al Bella vista Hotel Emma di San Vigilio di Marebbe, proprio di fronte alle Dolomiti di Fanes, si festeggia con una speciale offerta Last Minute per uno Short Stay che unisce la delizia per il palato e il rilassamento nell’elegante e armonioso centro benessere dell’albergo. Giovedì Santo i bimbi dipingeranno tanti ovetti. Venerdì Santo si gusterà una grande variazione di Strudel fatti in casa sull’ampia, soleggiata e panoramica terrazza. E dopo un menu a base di pesce, tutti alla ricerca degli ovetti: il coniglietto ne nasconde uno per ogni bimbo. Domenica sera, il team di cucina sorprenderà gli ospiti con squisite delizie.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

In viaggio a Pasqua: dal Salento alle Dolomiti