Il Carnevale di Venezia 2016 riscopre gli antichi mestieri

Il programma del Carnevale di Venezia 2016 è all'insegna del divertimento e della tradizione

Il Carnevale di Venezia 2016 è invitante a partire dal titolo: CREATUM ovvero delle Arti e delle Tradizioni. Un Carnevale, insomma, dedicato alla celebrazione delle Arti e dei Mestieri della tradizione veneziana. La festa comincia sabato 23 gennaio, alle 18:00, con lo show di apertura sul Rio di Cannaregio che mette in scena, attraverso magiche strutture galleggianti e artisti fluttuanti sull’acqua, gli antichi mestieri della città. Questi ultimi sono protagonisti anche in Piazza San Marco, dove in uno scenografico palcoscenico settecentesco figuranti e attori rievocano le antiche arti veneziane.

Il 24 gennaio è la volta del Corteo Acqueo dalle Associazioni Remiere di Voga Veneta. Allo spettacolo che si svolge lungo il Canal Grande, quest’anno si somma la suggestione della performance di Paolo Zanarella, il Pianista Fuori Posto, che si esibisce con il suo piano sospeso sull’acqua. Dal 30 gennaio in poi, per tutti i giorni del Carnevale di Venezia, come da tradizione, si elegge a mezzogiorno, in Piazza San Marco, la maschera più bella. Il gran finale è fissato per il 7 febbraio alle 14:30, quando vengono eletti i due vincitori per le categorie “maschera più bella” e “maschera più a tema”.

Nel primo pomeriggio del 30 gennaio, dopo l’esibizione dei gruppi di rievocazione storica degli sbandieratori e dei figuranti in costume d’epoca, è la volta della storica Festa delle Marie. In quest’occasione si ricorda l’usanza del Doge di donare a 12 bellissime fanciulle povere e orfane i gioielli dogali, come dote in vista del matrimonio. Le 12 ragazze scelte il 30 gennaio sfilano poi in corteo il sabato 7 gennaio e la più bella viene eletta nel gran finale dell’8 febbraio.

Un altro appuntamento con la tradizione del Carnevale di Venezia si svolge domenica 31 gennaio alle 12:00. Si tratta del tanto atteso Volo dell’Angelo, che apre ufficialmente il Carnevale come ogni anno. Secondo la tradizione recentemente instaurata, l’angelo viene impersonato dalla Maria vincitrice del Carnevale precedente. Dal 4 al 9 febbraio, invece, l’appuntamento coi sapori e le tradizioni tipiche veneziane è in Campo San Geremia dove in un padiglione in stile settecentesco allestito dal Teatro la Fenice si possono scoprire gli antichi mestieri e le tradizione culinarie del Carnevale di Venezia.

Il 7 febbraio Piazza San Marco regala un altro brivido agli spettatori: è la volta, infatti, alle 10:30, del Volo dell’Aquila che scende sulla folla dalla cima del Campanile. Con l’occasione, grazie ai gruppi di danze storiche la piazza si trasforma in sala da ballo settecentesca a ritmo di minuetti e quadriglie. L’addio al Carnevale 2016 viene celebrato in Piazza San Marco il 9 febbraio alle 17:00, dove il vessillo del Leone alato, scendendo dal Campanile, viene accolto dagli spettatori e dalle Marie.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il Carnevale di Venezia 2016 riscopre gli antichi mestieri