Isola della Réunion, i tropici d’incanto

Patrimonio mondiale dell'Unesco, l'Isola della Réunion si affaccia sull'Oceano indiano. Qui è sempre estate e le spiagge, di sabbia bianca o nera vulcanica, sono uniche al mondo

L’Isola della Réunion si trova a metà strada tra il Madagascar e l’isola di Mauritius. Circondata dall’Oceano indiano, è una colonia francese, ma il suo spirito creolo la rende una delle isole più pittoresche dei tropici del sud. Proprio al di sotto del tropico del Capricorno, infatti, sulle coste della Réunion regna una perenne estate, dove è raro che le temperature scendano al di sotto dei 25°C. Anche se la carezza dei venti Alisei allevia l’ardore dei raggi del sole, il clima tropicale nutre una vegetazione varia ed esuberante, che invade anche i villaggi di profumi e colori e che raggiunge la riva del mare.

Ed è proprio la costa ad attirare ogni anno turisti da tutto il mondo, che scelgono le spiagge favolose della Réunion per un viaggio da sogno. Boucan-Canot, Roches noires, Ermitage, La Saline, Trou d’eau, Saint-Leu, Etang-Salé, Saint-Pierre, Manapany, sono solo alcune delle spiagge più belle dell’isola. Di sabbia bianca o nera vulcanica, ombreggiate o sotto il solleone, le spiagge della Réunion si sviluppano per 30 Km tra la costa ovest e la costa meridionale, con acque più o meno profonde e ricche di pesci.

I più fortunati possono assistere ai giochi d’acqua dei delfini che popolano l’Oceano e, nel periodo della migrazione che va all’incirca da giugno a settembre, si ammirano le grosse balene che si avvicinano alla costa per mettere al mondo i loro piccoli. Uno spettacolo della natura che vale il viaggio!

Santuario naturale scolpito dall’erosione dei venti, il cuore dell’isola regala vasti anfiteatri naturali che circondano il picco più alto, il Piton des Neiges (3.070 metri). Paradiso del trekking, gli amanti della natura potranno sbizzarrirsi tra 120 canyon, paesaggi lunari e foresta tropicale, ricca di piante di mango e lichi.

Per chi visita l’isola, impossibile partire senza aver assaggiato qualche specialità gastronomica locale. Come il ‘cari’, un piatto creolo a base di carne o pesce condito con cipolle e pomodori e spezie quali zafferano e zenzero, accompagnato da riso o legumi.

Per raggiungere l’Isola della Réunion ci sono voli diretti da Parigi che durano 11 ore. Nonostante il lungo viaggio, la differenza di fuso orario è di sole 2 ore (3 in estate). Si può alloggiare in splendidi resort, tra cui un cinque stelle, ma anche in chambres d’hôtes più economiche.

Isola della Réunion, i tropici d’incanto