I Suoni delle Dolomiti: il programma 2016

I concerti sulle Dolomiti hanno un programma ricco di autori, ospiti e novità. La musica verrà accompagnata dal panorama circostante e dai piatti tipici della zona

I concerti sulle Dolomiti presentano un programma pieno di eventi di ogni genere, dalla musica d’autore suonata nella splendida cornice del Trentino all’esecuzione della musica jazz. Ogni melomane potrà qui ritrovare il proprio genere preferito, per passare il tempo tra le cime dei Dolomiti in assoluto relax. Il programma inizierà il 2 luglio, con una serata in omaggio a Fabrizio De Andrè. I brani d’autore verranno eseguiti dal Gnu Quartet e da Neri Marcorè. Il 6 luglio i concerti sulle Dolomiti continueranno con in programma la musica jazz della Val di Fiemme. Le innovazioni musicali troveranno qui una fusione perfetta con la tradizione.

Ma i concerti di musica jazz sulle Dolomiti non si fermeranno qui, e riprenderanno il 10 luglio alle ore 13,00 con Tara Bouman e Markus Stockhausen. Il duetto eseguirà i “dialoghi d’alta quota”, eseguiti con il clarinetto e la tromba. Il 14 luglio si avrà modo di ascoltare le alchimie per liuto, violino e fisarmonica. Dopo un giorno di pausa, i concerti sulle Dolomiti riprenderanno il 16 luglio, con un’esecuzione musicale nella Val di Fassa. Alle ore 18,00 dello stesso giorno, vi sarà un altro concerto, la “voce dal profondo Nord al sorgere del sole”. Questo promette di unire le melodie folkloristiche della zona, alla tipica musica jazz.

Il concerto accoglierà dei grandissimi artisti di levatura internazionale. Il festival musicale tra le Dolomiti continuerà poi il 18 luglio sui laghi di Bombasel. La musica classica sostituirà quella jazz, anche se rimarranno i sassofoni. Così alle ore 13 gli ascoltatori potranno gustarsi un concerto di sassofoni classici diretto da Milan Turkovic. Subito dopo, il 20 luglio si terrà un concerto di musica classica a San Martino di Castrozza, più precisamente fra le Pale di San Martino.

Lo stesso giorno verranno suonati anche alcuni brani di Bach. Il violoncellista sarà Mischa Maisky e il concerto avrà luogo al Rifugio di Rosetta Pedrotti. Come se non bastasse, gli amanti della musica classica potranno presenziare ai concerti che si terranno dal 23 al 25 luglio a Sassolungo e Catinaccio eseguendo brani di famosi compositori classici. Il tutto continuerà con tantissimi eventi fino al 26 agosto, quando l’orchestra di Barcellona chiuderà il programma con il concerto “Suoni multientici in quota”. Bisogna comunque considerare, che non tutti gli eventi sono a libero ingresso. Motivo per cui è meglio prenotare il biglietto con largo anticipo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I Suoni delle Dolomiti: il programma 2016