Hanno lasciato il lavoro della vita per viaggiare e basta

Lasciare il lavoro e viaggiare è il sogno di molti. Pochi però hanno il coraggio di farlo davvero, come la coppia del blog "The Wanderlovers"

Lasciare il lavoro e viaggiare per il mondo, prima di compiere 30 anni. È questa la scelta avventurosa di una coppia di giovani inglesi, Charlotte Bailey e Charlie White. Assistente di volo lei, manager lui, avevano entrambi trovato un ottimo lavoro a Londra. Eppure non ci hanno messo molto a rendersi conto che desideravano qualcosa di più di un impiego ben pagato e di un appartamento costoso. Da qui l’idea di licenziarsi e partire. Dopo aver risparmiato 24.000 sterline in nove mesi, la coppia ha prenotato due biglietti di sola andata per l’India e da quattro mesi continua a vivere in giro per il mondo, zaino in spalla.

Sul blog “The Wanderlovers” i due raccontano le loro avventure, sperando di essere d’ispirazione per chi sogna di lasciare il lavoro e viaggiare finché è ancora giovane. Dopo essere stati a Delhi, Charlotte e Charlie hanno già visitato la Thailandia, Singapore, Miami, l’Argentina e Hong Kong. Hanno festeggiato San Valentino facendo bungee jumping dalla Torre di Macao, la più alta del mondo, e non sono per niente pentiti della loro scelta. 20 giorni di ferie all’anno, ed uno stile di vita confortevole, non sarebbero stati sufficienti a soddisfare il desiderio d’avventura della giovane coppia di viaggiatori.

Charlotte e Charlie attualmente vivono a Shenzhen, nel sud della Cina, dove insegnano inglese alla Luoling Foreign Experimental Language School. “Dormivamo negli ostelli per risparmiare, ora potremmo addirittura lasciare questo Paese con più soldi di quanti ne avevamo all’inizio”, afferma Charlotte. “Il nostro alloggio è pagato dalla scuola, il che ci ha permesso di acquistare i biglietti per il Gran Premio o di soggiornare in resort di lusso a Singapore nel fine settimana”. Il prossimo progetto è aspettare l’estate per andare a Bali e diventare istruttori subacquei.

Lasciare il lavoro e viaggiare non è quindi un’impresa impossibile. “Ci sono tanti modi per guadagnare soldi durante un viaggio e spero che la nostra storia dimostri che non c’è bisogno di essere ricchi per vedere il mondo”. Lontani dal consumismo e dai beni materiali che avevano a Londra, Charlie e Charlotte sono così soddisfatti del loro attuale stile di vita, che non hanno fissato una scadenza per la fine di questa avventura. “Non abbiamo bisogno dello smartphone o del televisore: stiamo apprezzando le piccole cose, come i tramonti e i paesaggi”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Hanno lasciato il lavoro della vita per viaggiare e basta