Guida di Oslo, viaggio alla scoperta della capitale della Norvegia

Tutte le informazioni utili e le curiosità meno note per organizzare il tuo indimenticabile viaggio a Oslo

Situata a sud della Norvegia, di cui è capitale, Oslo si estende sulla costa del Mar Baltico e comprende anche la penisola di Bygdøy e piccole isolette. La città è davvero molto verde e la qualità della vita si assapora in ogni angolo.

Monumenti storici, aree ipermoderne, un lungomare con aree “beach”, parchi immensi come il Parco Vigeland e l’Ekebergparken, e ancora tanta musica e street art.

A Oslo c’è davvero tutto per rimanere soddisfatti del viaggio sia che si viaggi tra amici o a coppie sia che ci trovi in famiglia.

Il clima baltico predilige i mesi estivi, sempre freschi, con maggiori opportunità di attività all’aperto ma anche l’inverno qui non è noioso ed il fascino dei colori di cielo e terra lascia certamente impressionati.

Quando andare a Oslo: clima

Trovandosi a nord dell’Europa e affacciata sul Mar Baltico, ma allo stesso tempo in grado di ricevere le correnti del golfo del Messico, ad Oslo il clima non è troppo rigido nemmeno in inverno quando le temperature possono scendere di qualche grado sotto lo 0 ma non costantemente. In estate le giornate sono miti e si raggiungono anche i 21/24 gradi.

Cosa vedere a Oslo

Fortezze, musei, palazzi e centri di arte e cultura sono numerosi in città ed è difficile scegliere i più interessanti. Segnaliamo i più famosi e più visitati.

Museo delle navi vichinghe: si trova sulla penisola di Bygdøy, perfettamente accessibile sia in auto che con i mezzi pubblici e conserva le più antiche navi vichinghe originali, rimaste nei fondali dei fiordi per lungo tempo e recuperate nel corso degli anni a Oslo e nei dintorni. Oltre alla visita delle navi, interessante perché ciascuna ha un’avventura da raccontare, è possibile anche assistere alla proiezione di un filmato che narra la storia della popolazione vichinga e delle loro battaglie in mare. Sono inoltre esposti reperti millenari ritrovati nelle tombe come slitte, carri, attrezzi da lavoro.

Parco di Vigeland: con oltre un milione di visitatori l’anno, il parco, progettato da Gustav Vigeland, contiene moltissime delle sue sculture, dislocate lungo i camminamenti tra i giardini e li alberi, creando agli occhi del visitatore una scoperta continua che da la sensazione di trovarsi di un museo a cielo aperto. Le sculture sono in ferro, bronzo e granito e rappresentano momenti di vita, sensazioni, e visione del mondo dell’artista. La Ruota della vita ed il Bambino arrabbiato sono le più famose e note in tutto il mondo.

Palazzo reale di Oslo: come tutti i palazzi reali anche il Palazzo reale di Oslo ha un aspetto maestoso e giardini curatissimi. Progettato da Hans Ditlev Franciscus Linstow nei primi decenni del 1800, per il Re Carlo III, è ancora oggi residenza della famiglia reale di Norvegia. Con oltre 170 stanze, di cui almeno 50 dedicate solo per il personale di servizio, si propone come un edificio imponente, con le sue grandi colonne all’ingresso, e interni in stile barocco e neoclassico. Durante la stagione invernale il palazzo non è visitabile ma poterlo ammirare dall’esterno in tutta la sua sfarzosità è già uno spettacolo emozionante. In estate, con date e orari stabiliti, è invece possibile effettuare visite guidate ai giardini ed alle principali sale.

Come arrivare a Oslo

Voli di linea e low cost permettono di raggiungere Oslo dai principali aeroporti italiani in circa 2 ore e mezzo da Milano, 3 ore e mezzo da Roma con voli diretti. Vi sono inoltre numerose compagnie aeree europee che collegano l’Italia a Oslo effettuando però uno scalo intermedio.

Come spostarsi a Oslo

La rete di metropolitane, con 6 linee, tram, bus e traghetti permette di muoversi agevolmente ovunque ci si trovi. I mezzi pubblici sono attivi dalle 5:00 a mezzanotte. Un servizio di bus notturno permette di spostarsi comunque con mezzi pubblici. Gli aeroporti sono 2: Gardermoen, il principale, e Torp. Treno e servizio bus collegano entrambi gli aeroporti al centro città.

Dove dormire a Oslo

Hotel ma non solo. Le opportunità di soggiorno a Stoccolma sono davvero tantissime. Affittacamere, ostelli, B&B ma anche campeggi appena fuori città. I collegamenti con i mezzi sono capillari ed efficienti, pertanto non è necessario alloggiare nel centro storico o nella City, dove i costi degli hotel sono più elevati, per vivere comodamente la città.

Cosa mangiare a Oslo

  • GravetIaks: salmone marinato con verdura e salse
  • Finnbiff: carne di renna con salsa alla birra o alla panna
  • Fårikål: agnello stufato
  • Tilslorte bondepiker: dolce freddo con panna, miele e biscotti

Documenti per viaggiare a Oslo

La Norvegia è parte della comunità Europea, dunque per entrare nel paese dall’Italia è sufficiente la carta di identità in corso di validità.

Oslo informazioni turistiche

  • Valuta: NOK – Corona norvegese
  • Lingua: norvegese, inglese
  • Fuso orario: stessa ora dell’Italia
  • Corrente elettrica: 220V/50Hz
  • Numeri utili: Ambasciata d’Italia a Oslo – Tel: 0047 23 08 49 00

 

Cosa vedere nei dintorni di Oslo

 

 

I luoghi insoliti da vedere a Oslo

 

 

Scarica il taccuino di Oslo

Porta sempre con te il taccuino di Oslo dove potrai appuntare le tue visite, i luoghi preferiti e il programma di viaggio.

Per stampare correttamente il taccuino spunta l’opzione “Rifletti sul lato corto” nel menu “Stampa fronte-retro”.

Scarica GRATIS il taccuino di viaggio

 

Scopri tutte le guide di viaggio delle capitali europee

FAQ

Quando si vede l'aurora boreale a Oslo?

Il periodo ideale per vedere l’aurora boreale è da fine settembre ad aprile, quando le giornate hanno meno luce e il buio dura per molte ore.  Anche se nel Nord della Norvegia questo fenomeno è maggiormente visibile e l’effetto dei colori più suggestivo anche da Oslo vi potrà capitare di ammirare perfettamente l’aurora boreale. 

Cosa vedere ad Oslo in un giorno?

Visitare Oslo in un giorno potrebbe non bastare ma se avete poco tempo visitate certamente il Museo navale vichingo, il Parco Vigeland e passeggiate poi a piedi o in bicicletta dal centro, da Palazzo del Parlamento, verso la Porta di Kal Johanson sino al Palazzo Reale. Se avete tempo però, dopo pranzo vale la pena seguire le strade lungo la costa piacevoli e ricche di attrazioni moderne, vivaci e di panorami davvero piacevoli. In estate poi piattaforme sull’acqua, battelli e spiagge renderanno l’atmosfera davvero vacanziera. 

Cosa fare a Oslo la sera?

Oslo è una città molto viva anche di sera. Non mancano mai concerti, locali con musica elettronica o di artisti emergenti o dj set. È possibile anche andare a teatro o sorseggiare un drink in luoghi più tranquilli.