Guida di Mosca, viaggio alla scoperta della capitale Russia

Tutte le informazioni utili e le curiosità meno note per organizzare il tuo indimenticabile viaggio a Mosca

Mosca è una delle capitali più famose ed importanti nel mondo. Le vicende politiche e sociali della Russia hanno interessato nei secoli non solo l’Europa ma l’interesse delle più grandi potenze mondiali. Per molti anni è stata anche solo una città della Russia, quando la capitale fu spostata a Leningrado, per poi ritornare a riprende il “titolo”.

La capitale della Russia, affacciata sul fiume Moscova da cui prende il nome, è una città molto grande, abitata da oltre 12 milioni di persone, vivace, attiva e ricca di luoghi da ammirare e visitare; ha una sua identità, unica e diversa dalla maggior parte delle capitali europee, e porta con sé tutti i secoli di storia, le battaglie, le conquiste e le sconfitte, lasciando i visitatori di fronte ad un mondo che spesso abbiamo solo conosciuto marginalmente. L’alfabeto è in cirillico e per gli europei di lingua latina è spesso difficile intuire anche parole della lingua russa.

Templi, sfarzosi palazzi, grandissime piazze si susseguono nelle vie del centro e portano testimonianza della Russia comunista, come la Piazza Rossa, il Cremlino o la Cattedrale di San Basilio. Ma non solo: Mosca è una città che conquista tutti i turisti perché in grado di unire efficacemente passato e modernità, tradizione e innovazione, vissuto e visione del futuro.

Quando andare a Mosca: clima e periodo migliore

Mosca ha un clima continentale, molto freddo in inverno e caldo temperato in estate. I mesi migliori per visitare la città sono da maggio a settembre poiché già nei mesi autunnali e primaverili le temperature sono piuttosto basse.

Cosa vedere a Mosca

Cattedrale di San Basilio: situata nella spettacolare Piazza Rossa, la basilica colpisce anche da lontano con le sue cupole e le guglie, i colori e l’oro e, certamente, per la sua grandezza. La basilica risale al 1552 quando Ivan il Terribile diede ordine di costruirla. Fu terminata in meno di dieci anni e la sua architettura permette di scorgere ben 9 cappelle, ciascuna dedicata ad una battaglia, più la principale che ospita la chiesa. Al suo interno da ammirare è l’icona di San Basilio collocato nell’immagine proprio all’interno della Piazza Rossa.

Cremlino: è una fortezza, proprio come l’origine della parola, dall’aspetto forte e imponente, situata sulla collina che scende al fiume Moscova con parte delle mura che confinano con la Piazza Rossa. È il simbolo di Mosca e di tutta la Russia, del potere politico e della storia antica. La sua realizzazione risale infatti al 1100.

Le mura circondato tutto il Cremlino che era una vera e propria cittadella. All’interno delle mura si trovano infatti chiese, cattedrali, un parco e diversi palazzi. Il colore bianco di quasi tutti i palazzi e le cupole oro rendono uniforme questo insieme di edifici. Un tempo residenza dello Zar, oggi nel Cremlino è possibile visitare il Museo Nazionale dell’Armeria e la piazza delle Cattedrali che include il cannone, la campana dello Zar e anche la Torre Borovitskaya. Alcuni edifici non sono visitabili in quanto sedi del governo russo.

Piazza Rossa: è il centro, il cuore di Mosca, la piazza più importanti da cui partono le vie principali, l’insieme dei monumenti più interessanti e la più grande (oltre 23000 ettari). Dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità non lascia indifferente alcun visitatore. Nella piazza vi sono diversi luoghi da visitare, simboli della storia e della cultura russa: il Cremlino, il Museo Statale di Storia della Russia, la Cattedrale di San Basilio E IL Mausoleo di Lenin. Non solo; ha ospitato ed ospita concerti di gruppi di fama mondiale, come i Pink Floyd, la sfilata militare nel giorno della Vittoria, la pista di pattinaggio invernale ed eventi nazionali importanti.

Teatro Bolshoj: è il Teatro Nazionale, il più importante per architettura e per gli spettacoli di opera, danza classica e musica. Agli inizi dell’800 il progetto ed i lavori furono affidati a Giuseppe Bove, cittadino russo ma di origine italiana che vi lavorò sino all’inaugurazione che avvenne, appunto con un balletto di danza classica. Da sempre il teatro ospita artisti, compositori, ballerini e musicisti di fama mondiale, come Wagner. Anche i non appassionati di opere musicali classiche apprezzano la visita del teatro per la sua architettura esterna ed interna, dall’ingresso, all’auditorium, sino al palco.

Come arrivare a Mosca

Mosca è raggiungibile dall’Italia con voli sia di linea che low cost dai principali aeroporti italiani. Il volo diretto dura circa 4 ore, secondo la città di partenza. A Mosca gli aeroporti sono ben 5: gli aeroporti di Mosca sono 5: Sheremetyevo (SVO), Domodedovo (DME), Vnukovo (VKO), Zhukovsky (ZIA) e Ostaf’evo (OSF), anche se solitamente i voli internazionali sono previsti a Sheremetyevo, Domodedovo e Vkunovo. È dunque importante sapere in quale aeroporto di atterra per poter preparare al meglio il proprio trasferimento in città.

Come spostarsi a Mosca

Il mezzo pubblico più funzionale è la metropolitana con 14 linee. Nelle aree più periferiche è poi necessario utilizzare l’autobus. La metropolitana è attiva dalle 5.30 sino all’una di notte. Esistono card dei trasporti che permettono di utilizzare tutti i mezzi liberamente. Alcune stazioni sono anche turistiche in quanto architettonicamente e artisticamente molto interessanti come Komsomolskaya sulla linea 1 o Park Pobedy sulla linea 3. Dall’aeroporto Damodedovo è presente il servizio di treno diretto Aeroexpress o il bus navetta. Anche dagli altri aeroporti è previsto servizio di bus navetta.

Dove dormire a Mosca

Scegliere dove alloggiare a Mosca non è semplicissimo perché la città è davvero molto grande. Inoltre, la scelta cambia a seconda delle preferenze del visitatore e dal budget. Soggiornare nel centro città significa avere tutti i luoghi di interesse a portata di mano ma anche mettere in conto dei costi non molto contenuti per i pernottamenti. In alternativa tutto il distretto amministrativo centrale vale a dire i quartieri che partendo dalla Piazza Rossa si estendono intorno. offre buone opportunità di soggiorno con collegamenti ottimi per il centro. È possibile scegliere tra grandi hotel di catena, hotel locali e ostelli.

Cosa mangiare a Mosca

  • Le zuppe, in particolare la Shchi con carne, cavolo e patate
  • Ucha: zuppa di pesce
  • Insalata Olivié: la classica insalata russa
  • Stroganoff: carne di vitello con cipolle, funghi, e salsa di panna su riso o pasta
  • Prjanik: dolci al miele e allo zenzero

Documenti per viaggiare a Mosca

I cittadini dell’Italia possono entrare in Russia solo con passaporto valido per almeno 6 mesi. È inoltre necessario richiedere il visto anche per brevi soggiorni. Il visto ha inoltre una validità di 30 giorni e va richiesto compilando i moduli messi a disposizione dall’ufficio consolare dell’Ambasciata russa. In caso di viaggi organizzati da tour operator potrebbe essere richiesta solo la documentazione ed effettuata la procedura del visto da parte dell’organizzatore del viaggio. Molto importante dunque verificare sempre questa condizione.

Mosca informazioni turistiche

  • Valuta: RUB – Rublo russo
  • Lingua: russo
  • Fuso orario: +1h rispetto all’Italia
  • Corrente elettrica: 220V/50Hz
  • Numeri utili: Ambasciata italiana a Mosca – Tel: 007 495 796-96-91 oppure 007 906 0382441 // Numero Unico europeo per emergenza – Tel: 112

 

Cosa vedere nei dintorni di Mosca

 

 

I luoghi insoliti da vedere a Mosca

 

 

Scarica il taccuino di Mosca

Porta sempre con te il taccuino di Mosca dove potrai appuntare le tue visite, i luoghi preferiti e il programma di viaggio.

Per stampare correttamente il taccuino spunta l’opzione “Rifletti sul lato corto” nel menu “Stampa fronte-retro”.

Scarica GRATIS il taccuino di viaggio

 

Scopri tutte le guide di viaggio delle capitali europee

FAQ

Quanti giorni ci vogliono per visitare Mosca?

Visitare Mosca è certamente molto affascinante. Per poter ammirare e conoscere i musei e luoghi più importanti possono basta due o tre giorni, trovandosi quasi tutti concentrati nella stessa zona. Se aveste la possibilità di allungare invece il vostro soggiorno di altri due giorni non trascorreste certo i giorni supplementare annoiandovi. Le opportunità sono molte.  

Cosa vedere a Mosca in 3 giorni?

In 3 giorni è possibile vedere Mosca nei suoi luoghi più famosi ed anche qualche visita alla parte più moderna e avveniristica della città. Vi consigliamo di dedicare il primo giorno alla Piazza Rossa e ai suoi monumenti, per poi godersi una passeggiata nelle vicine vie Arbat o Tverskaya. Il secondo giorno la visita al Cremlino che è una piccola “città nella città” e nel pomeriggio la visita al teatro Bolshoi, magari con uno spettacolo serale a seguire. Infine, il terzo giorno suggeriamo un giro al Parco Gorkjy e una crociera sulla Moldava. La sera recatevi a cena nella zona business di Mosca, la Moscow City, dove sono presenti ottimi ristoranti di tendenza nei grattacieli più alti della città. 

Quanti grattacieli ci sono a Mosca?

I grattacieli a Mosca sono concentrati presso Moscow City o Moscow International Business Center, quartiere che raggruppa la maggior parti delle grandi aziende, hotel e-business location. I grattacieli sono più di 10 e 6 di questi sono tra i più alti d’Europa. Alcuni sono architettonicamente molto particolari e bellissimi.  

Cosa fare e non fare in Russia?

Da fare: visitate le chiese con abiti consoni, provate la vodka, fate attenzione ai costi di ristoranti e negozi perché sono piuttosto elevati. Da non fare: In Russia i controlli sono frequenti soprattutto ai visitatori esteri. Mai girare senza documenti e visto! Inoltre, è vietato fotografare palazzi delle autorità di governo e si può incorrere in sanzioni.