Guida di Atene, viaggio alla scoperta della capitale della Grecia

Tutte le informazioni utili e le curiosità meno note per organizzare il tuo indimenticabile viaggio ad Atene

Atene è una città bellissima e probabilmente assieme a Roma, è la città con più storia al mondo, ricca di arte e di cultura. Ma anche culla dello sport con le sue antichissime Olimpiadi, ospitate poi anche in era moderna (le ultime nel 2004).

È sicuramente una città cosmopolita e rappresenta il più importante centro economico, industriale, finanziario, e soprattutto culturale di tutta la Grecia. Molto conosciuta in tutto il mondo per la sua importante storia, per le testimonianze di cultura e civiltà che ancora abbiamo modo di ammirare e che risalgono ad ere antichissime, Atene testimonia la storia dei Greci antichi in molti luoghi della città ed è alla città che si riconosce la nascita della democrazia, della filosofia, e della medicina.

Atene è una città affascinante, ed è stata il centro nevralgico della letteratura, dell’arte e della filosofia. Non è però solo città di storia, di miti e leggende, ma è anche moderna e divertente con le sue taverne, ristoranti alla moda, quartieri dello shopping, strutture moderne e teatri.

Quando andare ad Atene: clima e periodo migliore

Il clima di Atene è mediterraneo e si caratterizza con inverni miti ed estati piuttosto calde. In inverno non mancano comunque giorni molto freddi, se interessati dalle correnti fredde dei Balcani che portano anche precipitazioni nevosi. Il mese più caldo è agosto, con punte massime fino a 40°.

Cosa vedere ad Atene

Acropoli di Atene: detta anche la “città alta” è il simbolo internazionale della città. Situata su un altopiano che domina la città, è la testimonianza dell’Antica Grecia, che ha costituito la nascita della moderna civiltà. Costituita da edifici antichi e figure mitologiche, risale al V secolo a.C. e ospita i più importanti monumenti come il Partenone, il tempio di Atena, il Teatro Dionisio e l’Odeon. L’Acropoli è stata dichiarata Patrimonio dell’Unesco nel 1987. A piedi dell’Acropoli è possibile visitare anche il nuovo museo ricco di reperti e testimonianze.

Partenone: è il monumento che domina tutta l’Acropoli e la città con tutta la sua maestosità. Costruito intorno al 440 a.C. deve il suo nome alla dea Atena a cui fu dedicato anche il tempio precedente che fu distrutto dai persiani. Tra le sue importanti colonne in marmo bianco svettava anche la statua della dea, di cui oggi sono rimasti solo alcuni reperti e riproduzioni. Nel corso dei secoli il Partenone ha subito diversi danni e saccheggiamenti ma ancora oggi è davvero impressionante per la sua imponente struttura.

Tempio di Zeus Olimpio: si erge poco lontano dall’Acropoli e anche questo tempio è di grande impatto. Originariamente era costituito da oltre 100 colonne, oggi gran parte distrutte ma ciò che resta permette ancora di ricostruirne la grandiosità grazie alle attuali 15 colonne e parte delle altre colonne ancora adagiate sul terreno. Vicino al tempio è presente anche l’Arco di Adriano costruito per celebrare l’omonimo imperatore.

Antica Agorà di Atene: a nord dell’Acropoli giace ancora l’antica Agorà, la piazza, il centro della vita sociale degli antichi greci. Qui erano presenti gli edifici pubblici come la scuola, i templi, i teatri e i luoghi di incontro della comunità. Molto interessante da visitare per ricostruire la vita quotidiana degli antichi greci.

Come arrivare ad Atene

Atene è raggiungibile in aereo dai principali aeroporti italiani con circa 2 ore di volo. I collegamenti sono previsti sia con le compagnie di linea che con compagnie aeree low cost, soprattutto dagli aeroporti italiani diversi da Milano e Roma.

È possibile anche raggiungere Atene con il traghetto dall’Italia. Diversi i porti di partenza: Venezia, Ancona, Bari e Brindisi con arrivo a Patrasso, situata a circa 2 ore di auto dalla città.

Dal porto cittadino, il Pireo, partono invece i traghetti diretti alle isole greche.

Come spostarsi ad Atene

Metropolitana: 3 linee che collegano diverse aree della città inclusa l’Acropoli e l’aeroporto di Atene (linea 2 azzurra). Orari: le 5:30 e le 00:30, esteso alle ore 02:00 nei weekend.

Bus e TRAM: oltre 60 linee di bus per itinerari in città e interurbani e 3 linee di tram permettono di muoversi agilmente anche con i mezzi di superficie. I biglietti sono acquistabili singolarmente (ogni biglietto vale per una corsa) oppure con carnet o con card turistiche che includono anche le visite ai principali luoghi di interesse.

Dove dormire ad Atene

Atene è una città molto grande e vasta. Hotel, B&B ma anche affittacamere e residence sono numerosi. Difficile stabilire quale zona scegliere per pernottare perché ogni area ha le sue caratteristiche ed è perfetta in base a quali sono i gusti dei visitatori. Per fornire qualche indicazione, la zona di Syntagma è quella scelta dalla maggior parte dei turisti, perché più centrale e ben servita dai mezzi pubblici. I quartieri di Psiri e Exarhia sono molto amati dai giovani e per la vita notturna, ma Plaka è considerata la zona più attraente perché è la più antica, con le sue eleganti case in stile neoclassico, i negozi e i ristoranti, e perché è anche la più vicina all’Acropoli.

Cosa mangiare ad Atene

  • Tzatziki: salsa di yogurt con cetriolo ed aglio
  • Feta: un formaggio magro, di capra o di pecora, che accompagna le insalate e gli antipasti
  • Le olive: davvero gustose e diverse dalle versioni italiane, in accompagnamento alle insalate
  • Moussaka: un pasticcio di melanzane, patate, cipolle al forno e ragù (un mix tra la nostra parmigiana e la lasagna)

Documenti per viaggiare ad Atene

La Grecia fa parte dell’Unione Europea, dunque per andare ad Atene è sufficiente la carta di identità, elettronica o cartacea, in corso di validità.

Atene informazioni turistiche

  • Valuta: EUR – Euro
  • Lingua: greco, inglese
  • Fuso orario: +1h rispetto all’Italia
  • Corrente elettrica: 230V/50Hz
  • Numeri utili: Ambasciata d’Italia/Cancelleria Consolare – Tel:0030 210 9538180/190 // Numero Unico europeo per emergenza – Tel. 112

 

Cosa vedere nei dintorni di Atene

 

 

I luoghi insoliti da vedere ad Atene

 

 

Scarica il taccuino di Atene

Porta sempre con te il taccuino di Atene dove potrai appuntare le tue visite, i luoghi preferiti e il programma di viaggio.

Per stampare correttamente il taccuino spunta l’opzione “Rifletti sul lato corto” nel menu “Stampa fronte-retro”.

Scarica GRATIS il taccuino di viaggio

 

Scopri tutte le guide di viaggio delle capitali europee

FAQ

Perché Atene si chiama così?

Il nome della città fu scelto in onore di Atena, la dea della saggezza. 

Dove sorgeva Atene?

Atene sorgeva dove ora si trova l’Acropoli, in posizione elevata e protetta rispetto al mare. Nel corso dei secoli, con l’aumento della popolazione si estese nelle vicine colline ed anche a valle sino ad arrivare al porto del Pireo. 

Cosa vedere in tre giorni ad Atene?

Primo giorno: da dedicare alla visita dell’Acropoli di Atene, con i suoi monumenti, al tempio di Zeus e al Museo dell’Acropoli.  La sera una passeggiata nelle vie di Monastiraki, Plaka, Psirri, Gazi, con locali, taverne ed aree pedonali, è perfetta per vivere nel cuore pulsante della Atene vivace e della vita notturna. 

Secondo giorno: Piazza Sintagma, sede del Parlamento greco, e Adrianou, un viale da percorrere tutto per trovare l’antica biblioteca, fantastici bar e ristoranti internazionali, ma anche diversi negozi di souvenir. Infine, da vedere, l'Agorà Romana e la Torre dei Venti. In passato la torre fu utilizzata come orologio pubblico solare e idraulico. Oggi presenta un perfetto stato di conservazione, per essere stata utilizzata come cappella nel VI secolo.  

Terzo giorno: da non perdere è il Museo Nazionale di Archeologia, tra i più ricchi di reperti in Europa, il Mercato Comunale, e l Monte Licabetto, da cui si gode una favolosa vista, raggiungibile anche con la funivia. In alternativa, in estate è possibile fare un bagno al mare raggiungendo la spiaggia di Glyfada o di Astir, conosciuta come spiaggia dei Vip.