Grenoble: cosa vedere della cittadina francese

Famosa meta per gli amanti degli sport invernali, Grenoble è una città francese piuttosto rinomata: scopri come arrivare e cosa vedere

Grenoble è una città estremamente ricca di fascino, cosmopolita e culturalmente vivace. Sorge ai piedi delle Alpi nella regione francese di Alvernia-Rodano-Alpi, più precisamente nel dipartimento dell’Isère di cui è capoluogo, e si sviluppa lungo il punto d’incontro di due fiumi, il Drac e l’Isère. Grenoble gode di una particolare posizione tra pianura e montagna e pur essendo una delle città più pianeggianti d’Europa, è letteralmente circondata da alte montagne. Da qualunque punto della città è possibile scorgere infatti paesaggi montani mozzafiato ed avere un’idea della maestosità della natura che circonda questa cittadina.

Cosa fare a Grenoble: sport e natura

Grenoble combina un clima squisitamente antico con una modernità in fermento e grazie alla presenza della sua università all’avanguardia è costantemente popolata da studenti e ricercatori provenienti da ogni parte del mondo. Il capoluogo dell’Isère è una meta spesso scelta anche dai viaggiatori che amano gli sport all’aria aperta e le vacanze attive, poiché offre infinite opportunità di svago sia nei mesi estivi che durante la stagione invernale.

Alcuni dei migliori e più rinomati comprensori sciistici, come Les Deux Alpes o Alpe d’Huez, si trovano infatti a pochi passi dalla città e servono Grenoble con centinaia di chilometri di piste tra le più spettacolari in Europa. Da Grenoble si snodano anche sentieri escursionistici degni di nota, che scorrono lungo montagne e parchi naturali paesaggisticamente splendidi (come il Parco Naturale Regionale di Chartreuse) ed accontentano sia i trekker più esperti che chi vuole dedicarsi a semplici passeggiate nei dintorni della città.

Esplorare Grenoble: tra cultura, arte e storia

Ma Grenoble è in grado di offrire molto più che sport e natura, e il suo centro storico è costellato di punti di interesse culturale, storico e religioso. La città vecchia di Grenoble nasconde perle dalle architetture sorprendenti come l’imponente Cathédrale Notre-Dame de Grenoble: le sue origini sono databili nel X secolo, ma l’edificio ha subito numerosi rimaneggiamenti nelle epoche successive che la rendono un affascinante mix di stile romanico, dettagli gotici e suggestioni eclettiche. Il poco distante Palazzo del Parlamento del Delfinato è una struttura risalente al XV secolo che fu sede della corte civile del Delfinato fino ai tempi della Rivoluzione francese e venne in seguito trasformato in Palazzo di Giustizia, per divenire infine oggi un simbolico e rinomato monumento cittadino.

Si affaccia sulla meravigliosa Place Saint-André, una delle più belle di Grenoble e luogo perfetto dove sostare per un caffè all’aperto immersi in un’atmosfera estremamente raffinata e rilassata, magari seduti ai tavoli del secolare Café La Table Ronde. Sulle rive del principale fiume di Grenoble, l’Isère, si trova la biglietteria per la Téléphérique de la Bastille, una teleferica panoramica che permette di raggiungere una delle attrazioni irrinunciabili della città: la Bastiglia di Grenoble. Si tratta di una fortezza militare in posizione privilegiata a 476 metri di altitudine, risalente al XIX secolo e voluta dal generale Haxo per difendere la città da possibili attacchi provenienti dalla Savoia.

Oggi la Bastille domina Grenoble dall’alto ed attira i visitatori sia per i panorami splendidi che si possono godere dalle sue mura che per i numerosi sentieri escursionistici che si dipartono dai suoi dintorni.Tra cose da vedere a Grenoble ci sono certamente i suoi musei. Tra i più importanti della città c’è il Musée de Grenoble, considerato tra i più prestigiosi dell’intera Francia. Le sue collezioni spaziano da antichi reperti, all’arte medievale alle più moderne opere pittoriche. Il Musée Stendhal invece ripercorre vita e opere del celebre scrittore Henry Beyle, conosciuto appunto al pubblico come Stendhal. Il museo è ospitato nell’appartamento Gagnon, bellissima dimora borghese del XVIII secolo un tempo casa del nonno paterno dell’autore e permette di immergersi nei luoghi che hanno segnato l’infanzia ed il pensiero del celebre personaggio, collocandosi come tappa imperdibile per gli estimatori dello scrittore.

L’appartamento Gagnon non era però la casa natale di Beyle: per scovarla è necessario inoltrarsi nei vicoli del centro storico di Grenoble, fino a Rou Jean-Jaques Rousseau, una delle vie più pittoresche della città. Sono proprio le viuzze del centro storico di Grenoble a rappresentare la sua più pura bellezza. Perdersi tra strette calle del paese è una delle attività più gratificanti da svolgere, magari per andare alla ricerca di vecchie botteghe, ristoranti caratteristici o delle vecchie corti di Rue Chenoise, splendide architetture private che è possibile stanare solamente intrufolandosi all’interno di alcuni portoni del vicolo, come quelli che si trovano al numero 8 ed al numero 10.

Grenoble non è solamente circondata da natura rigogliosa, ma racchiude nei suoi confini anche splendidi parchi cittadini. Il lussureggiante Jardin De Ville, è estremamente amato dai locali che lo affollano per rilassarsi o dedicarsi a pic nic all’aperto. Il Jardin del Dauphins è un altro apprezzato polmone verde cittadino di oltre 30 ettari, mentre il Parc Paul Mistral, è uno dei più famosi giardini in città anche perché ospita la famosa Tour Perret, la più antica torre in cemento armato d’Europa, costruita dai fratelli perret nel 1925 in occasione dell’Esposizione Universale.

Come arrivare a Grenoble

Per raggiungere Grenoble dall’Italia la via più breve prevede di passare da Torino per seguire la A32 ed attraversare il confine italo-francese con il tunnel del Frejus. La A43 ed infine la A41 permettono infine di raggiungere la cittadina. Per arrivare Grenoble in aereo è possibile atterrare all’aeroporto di Grenoble-Isère, a circa 30 minuti dal centro, oppure all’aeroporto Saint Exupéry di Lione, che offre maggiore scelta di voli e tratte. L’aeroporto Internazionale di Ginevra e l’aeroporto di Torino-Caselle sono altre due opzioni, seppur più distanti. Infine, in città è presente una stazione TGV che permette di raggiungere Grenoble utilizzando le efficienti strutture ferroviarie francesi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Grenoble: cosa vedere della cittadina francese