Giappone, viaggio nel Sol Levante un anno dopo

Il turismo in Giappone sta rinascendo alla velocità della luce. A un anno dal terremoto è già tutto ricostruito e le offerte fioccano

A un anno dal terremoto e dallo tsunami che hanno colpito il Giappone e che hanno messo in ginocchio uno dei principali colossi economici mondiali, il Paese del Sol Levante ha già voltato pagina e si sta lentamente guadagnando la fiducia dei turisti che cominciano a tornare. Da quell’11 marzo 2011 solo i turisti italiani erano diminuti del 70 per cento.

Le zone più colpite del Giappone solamente tre mesi dopo erano già state ricostruite come e meglio di prima. Le bellezze del Paese, invece, sono rimaste intatte. Per incentivare l’arrivo dei turisti sono partite anche molte offerte di viaggio. Inoltre, poiché molti turisti sono ancora frenati dal pericolo delle radiazioni, l’agenzia del Turismo giapponese rassicura sul fatto che il livello non è pericoloso e tiene aggiornati i viaggiatori sul sito dell’Ente del turismo. Una settimana a Tokyo oggi può costare meno di mille euro. Proprio nella capitale è stata di recente inaugurata la torre più alta del mondo, la Sky Tree (634 metri) che è già diventata una delle attrazioni turistiche più visitate della città e che da maggio aprirà un observation deck da cui ammirare la metropoli dall’alto. Tokyo è la meta preferita di chi ama la tecnologia e la cultura pop. Il quartiere di Akihabara è il paradiso dell’elettronica. Probabilmente è la più vasta area di vendita del mondo per l’high tech e l’informatica e i prezzi sono ancora molto convenienti. Il quartiere di Harajuku, invece, è noto per essere una fucina di stili di strada e di tendenze giovanili estremamente innovative (da cui deriva l’appellativo Harajuku girls usato spesso dai media per indicare lo stile Lolita, cosplay, rockabilly ecc delle ragazze giapponesi). Se cercate la Tokyo più bizzarra è qui che la potete trovare.

Ma il Giappone non è solo Tokyo. Se pensate di estendere il vostro tour sono almeno cinque le alternative per un itinerario indimenticabile, il cosiddetto Itinerario d’oro. 1) Kyoto. E’ anche detta la città dei mille templi ed è stata inserita tra i Patrimoni dell’Unesco. La città è famosa anche per i Giardini zen annessi ai templi. Il giardino più noto è quello del tempio Ryoan-ji. 2) Osaka. E’ la capitale gastronomica del Giappone. Se pensate che qui si mangi solo sushi vi sbagliate di grosso. La maggior parte dei piatti nipponici sono cotti. Il piatto tipico di Osaka si chiama Okonomiyaki ed è una sorta di pizza. 3) Yokohama. Imperdibile è lo skyline della città di notte, con le sue torri, i grattacieli e il faro più alto del mondo (106 m). E’ vicina a Tokyo e ci si arriva con il treno ad alta velocità. 4) Mare e isole di Okinawa. Non tutti sanno che in Giappone esistono luoghi paragonabili ai Caraibi. Nella prefettura di Okinawa, dove il clima è subtropicale, si trovano i gruppi di isole Okinawa, Miyako e Yaeyama, con spiagge bianche e acque cristalline. 5) Zona termale di Hakone. Non lontana da Tokyo, è una frequentatissima meta turistica, celebre per i panorami del monte Fuji, per gli impianti termali (onsen) e per il Parco Nazionale Fuji-Izu-Hakone. Tra le attrattive anche i fenomeni vulcanici attivi della "Grande valle ribollente". Le stagioni migliori per andare in Giappone sono in Primavera, quando i ciliegi sono in fiore, e in Autunno, quando gli aceri si tingono di rosso fuoco.

Giappone, viaggio nel Sol Levante un anno dopo