Relax nelle terme low cost dell’Ungheria

Da Budapest alle località in prossimità di laghi e montagne, ecco dove trovare relax e benessere nelle terme antiche a prezzi stracciati

L’Ungheria è uno dei Paesi più ricchi di acque termali al mondo. Qui esistono circa 1300 sorgenti, oltre 300 bagni termali, cinque grotte, 48 diverse qualità di acque minerali, 136 sorgenti di acque curative. Rispetto all’Italia, sono molto più convenienti (dai 4 ai 130 euro) e vale assolutamente la pena approfittare delle tariffe aeree low cost e degli hotel assolutamente abbordabili. Qui si può alloggiare in deliziosi hotel a partire da 35 euro a notte.

 

La tradizione dell’uso terapeutico e ricreativo delle acque termali in Ungheria risale al tempo dei Romani. Furono loro, infatti, a gettare le basi della cultura termo-balneare, con la costruzione dei primi bagni nella provincia chiamata Pannonia dell’Impero. Dopo i Romani, anche i Turchi, nel corso della loro dominazione (XVI e XVII secolo), costruirono magnifiche terme, alcune tuttora funzionanti.

 

Andare alle terme è uno degli svaghi preferiti anche dagli odierni ungheresi. Nonostante l’Ungheria sia priva di sbocchi sul mare, va considerata a tutti gli effetti un Paese d’acqua: nella sola capitale, Budapest, si contano più di trenta stabilimenti di acque curative, tra cui le famose Terme Gellert, le Kiraly e i bagni termali Szechenyi. 

 

No solo cure, ma anche trattamenti di bellezza e relax. E’ ciò che cercano in particolare i giovani provenienti da tutta Europa che scelgono il Lago Heviz, uno dei più suggestivi fenomeni naturali, a pochi chilometri da Keszthely, sul versante nord-occidentale del Lago Balaton. Unico al mondo nel suo genere, riceve la propria acqua termale da un geyser. Il bagno termale di Bük, una città a 25 km dall’Austria e a sole due ore di auto da Budapest, è uno dei più rinomati centri termali del Paese. La formazione del bagno-grotta termale particolare di Miskolctaploca è un fenomeno unico in Europa. Questa graziosa cittadina, situata nella parte nord-orientale, ha la fortuna di avere un sottosuolo ricco di acque termali, grazie alla sua collocazione lungo una faglia, le cui proprietà curative sono state riconosciute e utilizzate fin dal Medioevo. Anche la grotta di Tapolca, sul Balaton, è famosa per l’aria pura che si respira essendo impenetrabile ai pollini e alla polvere.

Relax nelle terme low cost dell’Ungheria