Qualità della vita, Trento, Bolzano e Mantova sul podio

La classifica delle città italiane dove si vive meglio

Le città italiane dove si vive meglio sono i centri medi del settentrione, le città del Sud Italia non compaiono nella prima parte della classifica che elenca le 110 province italiane e le ordina a seconda degli indici di qualità ambientale, lavoro, criminalità, tempo libero e salute. Questi sono i risultati dell’indagine sulla Qualità della vita condotta dall’università La Sapienza di Roma per Italia Oggi.

Prima provincia classificata per il quinto anno consecutivo è Trento. Si colloca alla prima posizione per le categorie di affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, tempo libero, soltanto due aspetti sono accettabili: tenore di vita e salute. Seconda classificata la città di Bolzano. Due gradini del podio sono occupati dalle città del Trentino Alto Adige, segno che in questa regione si mantiene un tenore di vita notevole. In terza posizione della classifica generale compare Mantova, l’anno scorso era 17esima. Ha guadagnato posizioni e soprattutto ha fatto "passi da gigante" sotto il segno dell’ambiente, settore in cui è passata dalla 51esima posizione alla seconda.

Tra le 110 province italiana, le città del Centro-Sud si collocano nella seconda parte della classifica fa eccezione Teramo. Tra gli elementi di valutazione positivi per il territorio spiccano il calo del tasso di disoccupazione e la qualità dell’ariaMilano è 36esima, il capoluogo lombardo sale di una posizione rispetto alla classifica dello scorso anno. Svetta nella classifica particolare sul tenore di vita e la salute: i patrimoni dei milanesi sono tra i più ingenti d’Italia ed è ottimo anche il sistema sanitario locale. Tra le grandi aree urbane italiane, quelle al cui interno è presente un centro urbano con popolazione superiore al milione di abitanti, Roma conquista 7 posizioni dal 2013 portandosi al 57esimo posto. La città di Agrigento nonostante l’82esima posizione in classifica è sul primo gradino del podio tra le province con minor tasso di criminalità. Ultima classificata al è Carbonia-Iglesias che si contraddistingue per l’indice di povertà.

Qualità della vita, Trento, Bolzano e Mantova sul podio