I Paesi con i movimenti indipendentisti in Europa

Lista dei movimenti che in Europa chiedono la secessione dalla propria nazione d'appartenenza

In Europa l’indipendentismo è sempre più diffuso, e i Paesi inclusi in questo movimento politico sono davvero numerosi. Con indipententismo è intesa la rivendicazione dell’indipendenza da parte di un determinato territorio dallo stato di cui fa parte, e perfino l’Italia è coinvolta. A desiderare la secessione dalla nazione vi è infatti la Sardegna, così come l’Alto Adige e la Valle d’Aosta. Gli altri maggiori Paesi interessati sono il Regno Unito, la Francia, la Spagna e il Belgio.

Partendo dall’Italia, a parte gli slogan politici tipo “Padania Libera”, in Sardegna il sogno indipendentista non si è ancora spento dopo lunghi anni, e presenta un fronte forte e solido; lo stesso vale per la Valle d’Aosta, l’Alto Adige e anche la Sicilia.

Per quanto riguarda la Francia, è la Corsica a detenere il movimento indipendentista di maggiore rilievo: il Fronte di Liberazione Nazionale Corso. Tuttavia, sembra che questa abbia deciso di deporre le armi dopo ben 38 anni di vita, a causa delle divisioni all’interno del partito: alcuni estremisti, infatti, sono colpevoli di numerosi attentati in nome di tale movimento.

Il Belgio, invece, è già di per sé uno stato diviso in tre – Fiandre, Vallonia e regione di Bruxelles – a cui si uniscono i gli autonomisti fiamminghi del N-Va che desiderano le secessione dalle Fiandre. Soprattutto quest’ultimo movimento, che ha preso il potere dopo le ultime elezioni, mette a serio rischio l’unione del paese, e non è escluso che il proprio obiettivo possa alla fine essere raggiunto.

Poi vi è la Spagna, il paese con più movimenti indipendentisti d’Europa: quello della Catalogna è attualmente il maggiore, e reclama la libertà da molti anni. Storicamente, invece, il più importante e che ha creato maggiori difficoltà al governo centrale è il nazionalismo basco, appartenente appunto ai Paesi Baschi, spentosi negli anni recenti. In Spagna vi sono altri partiti minori, come quello dell’Andalusia, la Galizia, l’Aragona e le Canarie.

Infine, è innegabile che sia il Regno Unito ad aver fatto parlare maggiormente di sé negli ultimi anni, per quanto riguarda la richiesta d’indipendenza. La Scozia, infatti, dopo numerosi reclami e petizioni, ha tenuto un referendum ufficiale il 18 Settembre 2014 per decidere le sorti del paese; alla fine sono stati gli unionisti a vincere, con poco più del 55% dei voti. Ovviamente, vi è anche l’Irlanda del Nord a presentare una forte spinta indipendentista, che va avanti da anni col partito del Sinn Fein.

I Paesi con i movimenti indipendentisti in Europa