Nantes, elefanti meccanici e castelli della Loira

La città di Giulio Verne è da vedere per le sue gigantesche 'machine', perché qui c'è il primo castello della Loira e per i voli low cost

E’ stata a lungo chiamata la Venezia dell’Ovest per via della sua posizione sulla confluenza di alcuni fiumi che bagnano Nantes: Loira, Erdre, Sèvre, Chézine e Cens oltre ad alcuni ruscelli, e grazie alle numerose isole. La città dell’Ovest francese riserva molte sorprese. E’ la patria di Giulio Verne. Passeggiando sul lungofiume si può incontrare un elefante. A Nantes si trova anche il primo dei castelli della Loira.

Cosa vedere
Sull’Isola Feydeau, al 4 di Cours Olivier de Clisson, nacque il celebre scrittore di romanzi di fantascienza, precursore di molte innovazioni moderne, a partire dal sommergibile che, ai suoi tempi, non era ancora stato inventato. In centro, in rue de l’Hermitage, si può visitare il museo che ospita le repliche delle sue invenzioni.

Si sviluppa all’incrocio dei mondi inventati di Verne, dell’universo meccanico di Leonardo da Vinci e della storia industriale di Nantes il progetto turistico-culturale delle Machine de l’Ile, la più famosa delle quali è la macchina dell’Elefante, ma ci sono anche il Calamaro a retro-propulsione, la Tartaruga-giraffa e il Serpente dei Mari. Gli animali meccanici occupano le tre navate degli ex cantieri di saldatura.

Per gli appassionati di antiche dimore, c’è il bellissimo Castello dei duchi di Bretagna, a pochi passi dalla cattedrale e dal quartiere medievale, che ospita un museo. La sua costruzione è iniziata nel XV secolo con Francesco II ed è una residenza in stile rinascimentale, con le facciate in tufo tipico di molti castelli della Loira. Spettacolare è quando viene illuminato di notte.

Cosa fare
A Nantes ci sono eventi tutto l’anno. Dal carnevale alle Utopiales, una sorta di festival delle scienze, dal Printemps des Arts con musica barocca al Festival Scopitone con musica per i giovani. Sono 11 i musei sempre aperti. Con la bella stagione, poi, il quartiere del Bouffay, il ‘quartiere latino’ di Nantes, con le sue stradine medievali, si anima. Lungo i fiumi e i canali, a fine estate, si tengono gli Appuntamenti dell’Erdre, ma con la bella stagione aprono tantissimi localini ‘pieds dans l’eau’.

Nantes è anche una tappa dell’itinerario Loira in bici, circuiti che attraversano anche Orléans passando da Tours, Angers e Saumur per 800 chilometri. Senza dover pedalare così tanto, si può anche solo noleggiare la bicicletta in città seguendo tre diversi itinerari. Tra le attrazioni imperdibili, da non perdere c’è il mercato di Talensac dove ogni giorno portano pesce fresco dell’oceano e i prodotti della terra.

Tra le attrazioni della città, da non perdere c’è il mercato di Talensac dove ogni giorno portano pesce fresco dell’oceano e i prodotti della terra. Non partite da Nantes senza una buona bottiglia di vino Muscadet come souvenir.

Come arrivare
Ci sono 19 voli low cost settimanali diretti da BergamoRoma e Venezia ma Nantes è anche raggiungibile in sole due ore di Tgv da Parigi. Ci sono hotel di ogni categoria. Famoso è il piccolo hotel in centro chiamato ‘villa criceto’ in cui è possibile girare nella ruota dei roditori. Il consiglio è quello di procurarsi il Pass turistico valido 24, 48 o 72 ore che offre l’accesso gratuito a 26 siti, ai trasporti pubblici e persino alle crociere fluviali a partire da 18 euro.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nantes, elefanti meccanici e castelli della Loira