I migliori Mercatini di Natale in Europa

Da Vienna a Praga, da Montreux a Cracovia i Mercatini di Natale più suggestivi

Se state pensando di visitare i Mercatini di Natale, ecco sei dei più belli e meno conosciuti d’Europa.

Vienna (14 novembre- 24 dicembre). L’appuntamento è al Christkindlmarkt, il mercato di Gesù Bambino, che si tiene sulla piazza del Municipio: meravigliosamente decorato, con le casette di legno e gli abeti colmi di lanterne, dolcetti, ghirlande di bacche, caramelle e nastri rossi, è da scoprire gustando il glühwein (un vino brulé alla cannella), caldarroste, cuori di focaccia speziata (Lebkuchenherzen), amaretti alla noce moscata (muskatnockerln), cornetti alla vaniglia (vanillekipferl), dolci al rum e alle noci (rumkugeln). Una magia che si ripete ogni anno anche per i più piccini, nonostante le maggiori attrazioni dedicate a loro si trovino nel parco vicino. È giunto invece alla 15esima edizione il mercatino di Natale e della cultura del Castello di Schönbrunn: addobbi, prodotti dell’artigianto, klosterarbeiten (miniature floreali fatte a mano), senza contare i concerti in programma sul palco, davanti all’albero di Natale. Il tutto nella fiabesca cornice barocca della reggia, che meriterebbe comunque una visita.

Colonia (23 novembre – 23 dicembre). Nel cuore della città, davanti al Duomo ogni anno la tradizione si perpetua nel mercatino di 160 padiglioni in legno, con i grandi intenti ad ammirare le opere dell’artigiano e più piccoli a incontrare Babbo Natale. Poi tutti a divertirsi al teatro delle marionette o davanti alla giostra all’Alter Markt, magari assaporando il Christstollen, il tipico dolce natalizio la cui forma rappresenta il Bambin Gesù avvolto nelle sue fasce. Il mercatino più antico della città si trova sul Neumarkt mentre in Rudopfplatz risplende la magia del mondo delle fiabe. Lungo il Reno l’atmosfera diventa medievale con i saltimbanchi, i buffoni e i musici, i presepi e i concerti. Passeggiare per le bancarelle in cerca di idee regalo, gustando i lebkuchen, biscotti soffici di pan di zenzero o i confetti di marzapane, e scaldandosi con una tazza di glühwein caldo e speziato, è un appuntamento a cui è difficile resistere.

Montreux (20 novembre – 24 dicembre). Nella cornice suggestiva di un piccolo angolo del lago di Ginevra, Montreux ospita un ricco mercatino tra i più belli della Svizzera, a due passi dal confine. I regali si scelgono passeggiando per gli chalet di legno addobbati e illuminati all’aperto o tra le bancarelle del mercato coperto. Sopra la città il Castello di Chillon ospita invece la seconda edizione del mercatino medioevale di Montreux Noel, per fare un tuffo nel passato, circondati da personaggi in costumi d’epoca, lasciandosi trasportare nell’universo dei cavalieri, dei re e delle loro regine grazie al Festival del Racconto. I più piccoli? Un trenino li porta alle alte quote dei Rochers-de-Naye, per fargli visitare la casa di Babbo Natale.

Lille (20 novembre – 30 dicembre). Place Rihour trabocca di giocattoli, decorazioni tradizionali, figure della natività, mentre nell’aria si respira il profumo del pane speziato allo zenzero e risuonano i canti di Natale. In concomitanza col mercatino sono poi in programma diversi concerti, il più importante dei quali è quello che si terrà il 20 dicembre, quando Babbo Natale scenderà dal campanile della Camera di Commercio per incontrare i bambini. Non è l’unica attrazione, del fitto calendario natalizio: senza contare la grande ruota panoramica allestita anche quest’anno sulla Grand’Place, questa cittadina al confine con Belgio ha tanti luoghi di interesse da offrire ai suoi visitatori.

Cracovia (29 novembre – 26 dicembre). Meno conosciuto ma ricco di fascino è il mercatino che si tiene a Rynek Glowny, la piazza principale e cuore pulsante della città polacca: qui il Natale regala spesso soffici fiocchi, si trovano sempre vino caldo e speziato e birra fredda spillata da botti di legno per accompagnare le salsicce ancora sfrigolanti servite con l’oscypek alla griglia, un formaggio affumicato dalla caratteristica forma a fuso.

Praga (28 novembre – 1 gennaio). Sfidare la neve e il freddo per vedere i mercatini non sarà impresa da lasciare insoddisfatti: l’atmosfera natalizia è magica, le piazze sono punteggiate dalle illuminazioni, nell’aria risuonano i tradizionali canti cechi mentre ci si scalda con vin brulé (sva?ené vino o sva?ák), grog e medovina, un liquore caldo a base di miele. I mercatini più famosi e frequentati sono quelli in piazza della Città Vecchia e su Piazza Venceslao, ma se ne trovano di più piccoli (vicino ai grandi magazzini Kotva e alla piazza della Città Vecchia) e nel più defilato Námìsti Miru, vicino alla chiesa di Santa Ludmilla.

I migliori Mercatini di Natale in Europa