Malta, Gozo, Comino: le isole dell’arcipelago

Paesaggi mozzafiato, villaggi particolari e bellissime spiagge

Cuore del Mediterraneo, le isole maltesi colpiscono per la loro bellezza e per i colori: l’azzurro del cielo, il blu del mare, il beige dell’architettura locale. Una meta ideale per chi è alla ricerca di relax e di cultura, da scoprire tutti i mesi dell’anno. Malta è la più attiva delle 3 isole principali dell’arcipelago e offre molte alternative. Ci sono centri commerciali e turistici molto frequentati (Valletta, Sliema, Buġibba, St Julian’s, Mellieħa) mentre le più belle spiagge si trovano a Mellieħa (rocciose e di sabbia) a Għajn Tuffieħa Bay, Golden Bay, Ċirkewwa (Paradise Bay, Marfa) e Marsascala.

Gozo vale sicuramente una visita: paesaggi mozzafiato, villaggi particolari e anche bellissime spiagge. La più incantevole è Ramla l-Ħamra. Naturalmente Victoria (o Rabat) a Gozo merita una visita, anche se solo per la Cittadella. Comino invece non è abitata, tranne che per una famiglia e l’unica struttura alberghiera sull’isola, che apre solo fra aprile e ottobre (www.cominohotel.com). Lì si trova la famosa Blue Lagoon (mare stupendo) e una delle torri costruite dai Granmastri dell’Ordine di San Giovanni. Una curiosità: la scena del Chateau d’If per la versione cinematografica più recente de «Il Conte di Monte Cristo» è stata girata proprio su Comino e Chateau d’If è infatti la torre che si trova a Comino.

Le spiagge segnalate non sono soltanto belle di per sé per chi ama bagnarsi, ma i dintorni (in particolare verso il nord dell’Isola) offrono dei panorami bellissimi e sono ideali per una passeggiata in campagna, specialmente tra novembre e maggio. Se avete intenzione di stare in più di una delle isole, è consigliabile terminare la vacanza a Malta per evitare lo stress di dover prendere il traghetto per arrivare in tempo per il volo di rientro.

Chi è interessato alla storia invece, oltre che al mare, non deve mancare di andare a visitare l’Ipogeo a Ħal-Saflieni, che è la più antica struttura neolitica del suo genere in tutto il mondo. È un sito archeologico molto gettonato, ma i biglietti sono limitati e le visite si fanno in gruppi di 10 al massimo come stabilito dall’Unesco. Perciò è bene acquistare gli ingressi con almeno due settimane di anticipo, basta farlo online su questo sito. Per prenotare e controllare la disponibilità di biglietti, cliccare sul collegamento «Site Tickets» e poi sul “Hypogeum” per poter consultare il calendario e controllare disponibilità. Per ragioni di sicurezza, i bambini con meno di 6 anni non sono ammessi all’interno del sito archeologico.

Malta, Gozo, Comino: le isole dell’arcipelago