Madrid, movida e modernismo

La rinascita artistica e culturale della capitale della Spagna, grande esempio per la vecchia Europa

Madrid, la capitale della Spagna, ha saputo coniugare alla perfezione modernità e folclore, business e movida, design e tradizione. Al divertimento e alla latinità del carattere degli spagnoli si affianca tanta voglia di fare. Qui si lavora duramente, ma ci si diverte fino a notte tarda. Qui convivono famiglie tradizionali e di nuova concezione (dal 2005 in Spagna è possibile contrarre matrimonio civile anche tra coppie omosessuali). Si passeggia lungo gli ampi viali a sei corsie, ma anche tra i vicoli della città medievale fondata dai Mori nel IX secolo. Si sale sulle alture della meseta e si scende verso il fiume Manzanares. Si cena nei locali di design, ma anche nelle tipiche tapas a base di jamón ibérico e di ottimo vino ‘tinto’.

 

La zona dei locali, frequentati quasi esclusivamente dai madrileni, è La latina, una sorta di Quartiere latino. Tre vie corrono parallele per giungere fino alla famosa Plaza Mayor e sono un susseguirsi di tapas, ristoranti, tavernas: Cava Baja, Cava Alta e Calle de Almendro. Proseguendo nella stessa direzione, prima di giungere a Plaza de Santa Ana, il quartiere più trendy, e al cuore di Madrid, Puerta del Sol, si passa lungo Calle de Cuchilleros e Calle Prado, pieni di locali e bar all’aperto. Si può girare a piedi, in bicicletta o pattini, ma le 12 linee della metropolitana arrivano fin dentro l’aeroporto Barajas facilitando gli spostamenti tra i diversi quartieri, Malasaña, Chueca, Salamanca, Austrias e Huertas.

 

Da non perdere, oltre al celebre Museo del Prado, il Palacio Real con la Cattedrale de la Almudena (dove si sono sposati il Principe Felipe e Letizia Ortis), che ha preso il posto della precedente cattedrale, la Chiesa di San Isidro (da vedere). Ma Madrid è famosa soprattutto per le sue piazze: Mayor (dove a Capodanno si radunano i turisti aspettando lo scoccare della mezzanotte), Sol, Plaza de España, Plaza de Oriente, Plaza de Colon (riconoscibile per la statua di Cristoforo Colombo), Plaza de Cibeles e Plaza de la Indipendencia.

 

Meritano una visita anche i parchi, Buen Retiro e Casa de Campo, frequentatissimi dai madrileni. E infine, da vedere assolutamente due monumenti simbolo della Spagna nel mondo: la Plaza de Toros, dove si svolge la corrida, e lo stadio Santiago Bernabeu, il tempio del calcio, sede del Real Madrid. Non lontano dallo stadio (in Plaza de Castilla) si possono vedere i due grattacieli Puerta de Europa divenuti il simbolo della nuova Madrid.

Madrid, movida e modernismo