Le escursioni da fare a Tenerife

Alla scoperta dell'isola principale delle Canarie, tra storia e natura. Ecco quali escursioni fare a Tenerife

Tenerife è l’isola più estesa dell’arcipelago delle Canarie, nell’Oceano Atlantico, di fronte al Marocco. E qui ci sono diverse escursioni da fare. Per la sua posizione geografica, gode di un ottimo clima durante tutto l’anno, diventando la meta perfetta sia per le vacanze invernali che estive, con l’aspetto positivo di trovarsi nella Comunità Europea facendo parte politicamente della Spagna, anche se appartenente geologicamente all’Africa.

Su tutta l’isola si staglia minaccioso il vulcano Teide, la montagna più alta del Paese con i suoi 3718 metri di altezza. Si trova protetto da un Parco considerato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, il secondo più visitato al mondo. Oltre a poter ammirare da vicino una forza della natura, è interessante osservare la biodiversità che lo circonda, con specie endemiche come la violetta del Teide, il cardo d’argento o il senecione comune, in pericolo di estinzione essendo parte della dieta del muflone. Per quanto riguarda la fauna, risaltano gli invertebrati come l’orecchione comune (un tipo di pipistrello) e la lucertola di Tenerife, oltre ad altre 70 specie endemiche del Parco.

Tra le altre escursioni da fare a Tenerife e per conoscere meglio la cultura e la Storia dell’isola, è utile visitare il Museo Naturale e dell’Uomo, ospitato nell’edificio che prima era l’Ospedale Civile, ottimo esempio di architettura neoclassica. Al suo interno si possono trovare il Museo Archeologico di Tenerife, l’Istituto Canario di Bioantropologia e il Museo di Scienze Naturali. Possiede la maggiore collezione esistente sulla cultura guanche, ovvero riguardante i primi abitanti dell’isola prima della conquista spagnola, oltre ad essere un riferimento mondiale in quanto alla conservazione delle mummie.

Vicino a Santa Cruz de Tenerife si trova l’antica capitale: San Cristobal de la Laguna. Anche questo posto è Patrimonio dell’Umanità ed è l’unico esempio di città coloniale non fortificata. Qui è stata fondata la prima università delle Canarie, così come la prima scuola superiore, diventando il fulcro intellettuale dell’arcipelago. Nel suo centro storico si trova la Cattedrale intitolata a Nuestra Señora de los Remedios, contemplato anche come santuario mariano. La costruzione risale al XVI secolo e l’elemento più emblematico è il campanile alto 28 metri in stile toscano che ricorda molto quello del Duomo di Torino. Qui si trova la campana più grande delle Canarie, oltre ad un battistero dell’epoca della Conquista. Nella piazza antistante, Plaza Doctor Olivera, si trova una statua dedicata a Giovanni Paolo II.

Se poi amerete Tenerife ricordatevi che potrete trasferirvi qui da pensionati!

Immagini: Depositphotos

Le escursioni da fare a Tenerife