Itinerario in Camargue tra storia, cavalli e castelli

Tra cavalli e antichi manieri ecco la Camargue da scoprire

La Camargue è una regione del Sud della Francia e una delle più affascinanti e misteriose. Qui la storia si mescola alla tradizione e la bellezza selvaggia del suo territorio si sposa con le tradizioni di una cultura millenaria che affianca la soavità della Francia al calore e alla vivacità spagnola. Organizzare un tour in Camargue può essere facilissimo ma anche estremamente difficile per via delle tante attrazioni e delle innumerevoli mete da non perdere di questa regione così straordinariamente varia. Per girare la Camargue il mezzo ideale è l’automobile che permette di spostarsi a piacimento e fermarsi in tutti i luoghi che attirano la curiosità del viaggiatore.

L’alta Camargue, la parte più popolata della regione, è senza dubbio l’area che molti apprezzeranno di più per via della possibilità di visitare la città di Arles. E’ un luogo ricco di storia che affonda le sue radici nell’epoca del glorioso impero romano e a riprova di ciò è ancora possibile ammirare i resti di imponenti monumenti antichi come il teatro antico, le terme di Costantino, numerosi templi e obelischi. Arles è raggiungibile con ogni mezzo: treno, pullman, automobile e camper.

Se invece il vostro itinerario è pensato per immergersi nelle antiche tradizioni e nei misteri e le leggende della Camargue, la parte bassa della regione è assolutamente da consigliare. Oltre ai numerosi punti di ristorazione che favoriscono un itinerario gastronomico con specialità e vini esclusivi, è il sud che offre l’opportunità di visitare Saintes Maries de la Mer, la città che, secondo un’antica leggenda, vide sbarcare le tre Marie ovvero Maria Maddalena, Maria Salomè e Maria Jacobè. A poca distanza troviamo il villaggio di Aigues Mortes, ex quartier generale dei cavalieri templari e da dove partì la crociata del XIII secolo. Sempre in questa porzione di Camargue, si possono ammirare le saline e i campi sconfinati dove corrono splendidi cavalli bianchi e tori e dove si annidano i fenicotteri rosa.

Rimanendo al sud si può proseguire alla volta del passato francese visitando borghi medievali sospesi nel tempo come il pittoresco villaggio di Salin-de-Giraud noto per i suoi fari e ancora oltre il piccolo borgo di Saint Laurent d’Aigouze, famoso per il forte e il castello. Da non perdere assolutamente il castello e l’abbazia di Saint-Gilles e la fortezza romana di Aimargues. Un itinerario denso di storia e natura che vi farà vedere la Camargue come mai l’avreste potuta immaginare.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Itinerario in Camargue tra storia, cavalli e castelli