Istanbul low cost: 3 cose da fare gratis

Come vivere la magia dell'ex Bisanzio spendendo poco

Visitare Istanbul vuol dire scoprire un affascinante crocevia tra Oriente e Occidente. L’antica Costantinopoli ha molti luoghi affascinanti in cui recarsi, ed ecco i nostri consigli per una ottima vacanza a basso costo.

1. Moschea Blu

Difficile andare a Istanbul e non fermarsi a osservare la meraviglia di questa moschea, con i suoi 6 minareti e le ben 21043 piastrelle di ceramica turchese, che conferiscono quel particolare colore che le dà il nome (anche se in verità più azzurro-verde che blu!). Da notare l’entrata maestosa, anche se i non-musulmani devono entrare dalla porta nord e non possono accedervi durante l’ora della preghiera. Da consigliare anche la visita della Basilica di Santa Sofia, per quasi 1000 anni la chiesa più grande del mondo, prima che nel 1453, in seguito alla caduta di Costantinopoli, fosse trasformata in una moschea. Attualmente ospita un museo, ma rimane uno degli esempi di architettura religiosa più importanti al mondo.

2. Parco Gülhane

Originariamente il parco Gülhane faceva parte del maestoso Topkapi, ovvero il palazzo del Sultano in epoca ottomana. Adesso è uno dei parchi principali di Istanbul, vero e proprio luogo di ritrovo di turisti e residenti per trovare sollievo dal caldo estivo nel verde del parco, e anche sede di occasionali concerti. Nella parte nord potrete godere di una meravigliosa vista del Bosforo, e a ridosso del parco troverete l’interessante Museo della Storia della Scienza e Tecnologia nell’Islam. Lo stesso Topkapi con le sue collezioni d’arte può essere visitato.

3. Girare nei Bazar

Incominciate ovviamente nel Gran Bazar, un mercato coperto con 4.000 botteghe in cui potrete trovare ovviamente di tutto, dalle lampade alle maioliche, e qualunque souvenir bizzarro esistente. Ammirate la struttura in pietra, realizzata nel tempo dopo che i continui incendi avevano distrutto la struttura di legno e portato a ulteriori ricostruzioni, ma preparatevi a contrattare: contrariamente a quello che si crede il Gran Bazar non è il mercato più economico di Istanbul! Per una esperienza diversa, il mercato delle spezie, o bazar egizio, propone dolci, infusi, tisane, e ovviamente spezie a volontà! Infine per completare il vostro viaggio nei bazar di Istanbul recatevi a Kadikoy nella parte asiatica della città: oltre ai famosi murales, avrete un’esperienza più autentica e potrete anche assaggiare cibi del posto o comprare
chincaglierie di miglior fattura, e a volte anche più a buon mercato, che negli altri mercati cittadini più famosi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Istanbul low cost: 3 cose da fare gratis