Gent: antica e pittoresca città fiamminga

La cittadina meglio conosciuta come Gand, è una delle più belle e pittoresche del Belgio

Gent sorge nel cuore delle Fiandre e offre ai suoi visitatori un ricco patrimonio storico-artistico tutto da scoprire: nei secoli passati era molto rinomata per la produzione della lana e in Europa era seconda solo a Parigi per importanza e benessere. Ancora oggi restano tracce considerevoli di questo splendido passato: la Cattedrale di San Bavone, vero e proprio simbolo della città, le case fiamminghe delle Corporazioni, con le loro colorate facciate che si specchiano nel fiume, la Torre del Belfort, dominata sulla cima da un magnifico dragone dorato.

La presenza del fiume è sicuramente uno degli aspetti che meglio caratterizzano la fisionomia di Gent: la città sorge infatti proprio nel punto in cui confluiscono i fiumi Lys e Schelda, quindi è da sempre stata molto importante per le attività commerciali. A Gent si tiene ogni anno, durante l’ultima settimana di aprile, la Floralies di Gand, una celebre fiera di floricultura per tutti coloro che hanno il pollice verde. Qui ha sede inoltre un’antica e prestigiosa Università, a dimostrazione che Gent è molto vivace dal punto di vista culturale e offre ai suoi visitatori numerose occasioni da non perdere.

Il centro storico di Gent è tutto costruito su isolotti fluviali e accoglie soprattutto edifici storici di epoca medievale: oltre alla già citata Cattedrale di San Bavone, sono da segnalare anche il Castello dei Conti, le chiese di San Giacomo e di San Nicola, il Museo di Belle Arti ed il Municipio; tutti monumenti che si accendono di magici bagliori durante il Festival delle Luci, che si svolge a gennaio. La Cattedrale accoglie anche il celebre Polittico dell’Agnello Mistico, capolavoro del pittore fiammingo quattrocentesco Jan van Eyck.

Altro simbolo della città è inoltre il massiccio Castello dei Conti di Fiandra, che risale al Medioevo ma è stato ristrutturato nei secoli XIX e XX. Fu amato ma anche molto odiato dalla popolazione di Gent, poiché rappresentava anche strapotere e prevaricazione: non a caso ancora oggi ospita un’esposizione di strumenti di tortura, oltre all’Archivio di Stato. Esso costituisce una vera e propria cittadella fortificata, dall’architettura tipicamente fiamminga.

Se andrete a Gand non potete perdervi i suoi caratteristici e pittoreschi mercati, come quello famoso del venerdì, che sembra quasi restituire quel clima vivace di scambi e commerci tipico di Gent fin dal Medioevo, con bancarelle colorate, frutta, fiori, verdure e altri generi di consumo.

Immagini: Depositphotos

Gent: antica e pittoresca città fiamminga