Le fortezze francesi Patrimonio Unesco

Nella regione francese delle Hautes Alpes si concentrano fortezze e città fortificate di rara bellezza e perfezione architettonica

A pochi chilometri dal confine con l’Italia divisa dal Colle del Monginevro, la regione francese delle Hautes Alpes è il luogo ideale per chi ama la montagna e il fresco anche d’estate. Proprio questa zona è entrata a far parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco per 12 siti costituiti da fortezze, come Mont-Dauphin, e da città fortificate, come Briançon, tutte architettate da Vauban sotto il regno di Luigi XIV, il Re Sole.
Briançon è una deliziosa cittadina che si trova in mezzo a cinque valli circondata da mura e caratterizzata al suo interno da stradine strette e scoscese, costeggiate da deliziosi negozi e bistrot. Tutt’intorno è protetta da alte montagne su cui, nel XVII secolo, sono state costruite 15 fortezze, tra cui il vicino Fort des Salettes, che servivano per difendere la regione dalle invasioni straniere. La città è anche una meta gettonatissima nella stagione invernale. Da qui parte la funivia che porta ai 250 km di piste da sci del comprensorio di Serre Chevalier.
Degna di nota è anche la città fortificata di Mont-Dauphin, anch’essa opera di Vauban. Costruita su un’altura circondata da pareti scoscese, è invisibile dai villaggi circostanti, in quanto si mimetizza nel terreno. Era famosa per essere imprendibile e per questo non è mai entrata in funzione. Mont-Dauphin è tutto un saliscendi di scale e dossi, di passaggi sotterranei e di polveriere studiati fin nei minimi dettagli per difendersi da eventuali attacchi. All’interno delle mura si trova anche un piccolo villaggio abitato oggi da 132 persone. Questa è la zona del Parco regionale del Queyras, dove si trovano tanti altri edifici storici da visitare e numerosi castelli, anche privati, come il Chateau de Queyras, con tanto di torri e ponte levatoio.

Le fortezze francesi Patrimonio Unesco