Dove sciare se c’è poca neve: le piste consigliate

Ecco quali sono le piste migliori dove sciare anche quando c'è poca neve

Le ultime settimane dell’anno sono molto spesso dedicate alle vacanze sulla neve. Gli amanti dello sci infatti amano trascorrere il periodo natalizio sulle piste innevate. Talvolta però capita che le precipitazioni nevose tardino ad arrivare. In questo caso è possibile divertirsi comunque in piste innevate artificialmente che niente hanno da invidiare ai paesaggi bianchi naturali. Vediamo insieme dove sciare se c’è poca neve.

Una delle località più famose e amate dagli sciatori è senza dubbio Ortisei. Situato a 1.200 metri di quota in Val Gardena è il paradiso ideale per le famiglie. Con i suoi 79 impianti di risalita, suddivisi tra funivie, skilift e funicolari, offre al turista 175 chilometri di piste adatte per ogni livello. Sia i bambini che gli sciatori meno esperti potranno cimentarsi nelle piste per principianti ed intermedie, mentre i più esperti si divertiranno a sfidare quelle difficili. Per tutti sarà una vacanza indimenticabile sulle piste più spettacolari di tutte le Dolomiti. In caso di mancanza di precipitazioni nevose tutte le piste prevedono l’innevamento artificiale.

Sempre in Trentino Alto Adige troviamo molte altre località che si sono perfettamente attrezzate per non deludere i propri turisti. D’altronde le Dolomiti rappresentano il Paradiso degli sciatori e nel pieno della stagione turistica, se la neve naturale si ostina a non voler fioccare sulle piste da sci, occorre prevedere l’innevamento artificiale che renda sicure e divertenti le piste. Una tra queste è la Pista Ciampac, in Val di Fassa. Conosciuta in tutto il mondo per essere stata scenario di gare internazionali, si compone di una pista lunga 2.550 metri, che partendo da un’altitudine di m. 2.160 conduce fino al centro di Canazei. Al Passo del Tonale in Lombardia è possibile sciare anche in notturna, in piste perfettamente illuminate che, in caso di mancanza di neve, vengono innevate artificialmente.

Anche l’Emilia Romagna offre la possibilità di trascorrere la tanto desiderata settimana bianca anche in caso di condizioni meteo avverse. Il comprensorio del Cimone è uno dei più famosi e conosciuti dell’Appennino. Oltre al Monte Cimone (m. 2.165) il comprensorio comprende anche il Cimoncino (m. 2.000). Particolarmente indicato per gli sciatori intermedi comprende 21 impianti di risalita che collegano tra loro i 50 chilometri di piste che lo compongono. Molto amato ed apprezzato dagli snowboarder per le infinite possibilità che offre di effettuare percorsi fuoripista, il Cimone prevede la possibilità di innevamento artificiale.

Immagini: Depositphotos

Dove sciare se c’è poca neve: le piste consigliate