Il castello incantato nella terra del Cigno

Il castello di Neuschwanstein si trova in Baviera, a Schwangau

Il castello incantato di Neuschwanstein è un’opera grandiosa risalente al XIX secolo e situata nella parte sud occidentale della Baviera, presso la località di Schwangau, nella cosiddetta Contea del Cigno, su commissione di Ludovico II di Baviera. Il sovrano scelse di costruire l’imponente edificio per farne un ritiro personale e, contemporaneamente, per omaggiare il grande compositore tedesco Richard Wagner, che apprezzava particolarmente. Neuschwanstein può essere tradotto con la locuzione “Nuova roccaforte del cigno”, che farebbe riferimento alla costruzione più recente, se paragonata agli altri castelli della regione, e al nome della contea nella quale sorge.

Subito dopo il trapasso del sovrano, nel 1886 il castello incantato venne aperto al pubblico, che poté finalmente visitare un progetto tanto fantasioso quanto grandioso, che oggi è considerato una vera e propria icona della Walt Disney. La casa di animazione americana, infatti, ne fece un modello per molti dei suoi film, fra cui Biancaneve, La Bella addormentata nel bosco, Rapunzel. La sua notorietà è in costante crescita, tanto da poter essere annoverato fra le fortezze più visitate d’Europa con una media eccezionale di quasi 1 milione e mezzo di turisti ogni anno.

Il castello incantato è incassato tra le montagne alpine della Baviera a sud ed il paesaggio più dolcemente collinare che si estende immediatamente a nord. Il colpo d’occhio che regala a chi si avvicina dalle zone a valle è di incredibile bellezza. La struttura si articola su 4 piani e si estende su oltre 6000 metri quadri e annovera molte torri che svettano al di sopra delle rupi rocciose che spuntano tutto intorno. Il panorama sul dirimpettaio e poco distante lago e sui monti circostanti spesso innevati è incredibilmente scenografico e riesce a donare uno dei più imperdibili colpi d’occhio che si possano immaginare.

Neuschwanstein è l’opera dedicata al Cavaliere del Cigno, il Lohengrin dell’opera di Wagner, adorato da Ludovico II di Baviera, che conosceva tutte le opere dell’amico a memoria. È singolare il fatto che Richard Wagner non visitò mai il castello a lui dedicato. Malgrado l’impegno dell’architetto e degli scenografi personalmente scelti da Ludovico, fu lo stesso sovrano ad occuparsi personalmente di tutti i disegni e delle decorazioni, ed in particolare, delle straordinarie pitture ad affresco che riproducono le storie di Lohengrin. Fra i monumenti dal fascino analogo da non perdere assolutamente, figurano i fantastici castelli che puntellano la Valle della Loira, in Francia, nonché i castelli medievali della Val d’Aosta, fra cui quello di Fenis, uno dei manieri meglio conservati d’Italia.

Immagini: Depositphotos

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il castello incantato nella terra del Cigno