In Basilicata è possibile visitare luoghi speciali

Arte, natura e divertimenti offerti dalla regione Basilicata: quando il turismo diventa speciale

La regione Basilicata offre ai propri visitatori innumerevoli attrazioni. Una su tutte è sicuramente la città di Matera, decretata Città della Cultura per il 2019.

Questa deliziosa cittadina trova nella propria realizzazione architettonica la sua caratteristica più rappresentativa: difatti, se Matera è chiamata anche la Città del Sassi c’è una motivazione. La città è infatti arroccata su una collina rocciosa. I vicoli di questa scenografica cittadina offrono ai visitatori di Matera un’esperienza che va ben oltre una semplice passeggiata in uno dei borghi più belli d’Italia… come se fosse poco!

Matera offre ai turisti un’ambiente rurale che si è ben conservato nella sua semplicità e naturalezza, ma il fiore all’occhiello di Matera restano i scorci indimenticabili offerti dalla natura che abbraccia la città. Visitando la regione Basilicata, Matera è assolutamente una tappa imperdibile, un occasione per farvi entrare nel cuore un luogo incantato.

Gli amanti della natura invece avranno modo di apprezzare l’incredibile bellezza offerta dal Parco Nazionale del Pollino. L’area protetta e riserva naturale, tra le più grandi d’Italia, diventa il luogo perfetto per gli amanti del trekking e dell’escursionismo, per coloro che amano passeggiare in mezzo alla natura e bighellonare nei piccoli e caratteristici comuni circondati dalle vette del Dolcedorme e di Cozzo del Pellegrino.

Gli sportivi avranno inoltre modo di entrare in contatto con la natura più incontaminata e selvaggia attraverso l’alpinismo e il rafting, ovviamente, sempre rispettando le doverose norme sulla sicurezza e l’amore per questi luoghi inviolati. All’interno del parco nazionale sono adagiati comuni e paesi che ancora oggi vivono in un tempo sospeso, custodendo gelosamente la propria lingua, i propri usi ed i propri costumi. Quasi come se il tempo si fosse fermato.

Infine, la regione Basilicata offre un’esperienza sospesa a metà (è proprio il caso di dirlo), tra adrenalina e natura, libertà ed arte. Tra Castelmezzano e Pietrapertosa, incantevoli borghi adagiati sulle colline lucane, è stato fissato un cavo d’acciaio per mezzo del quale gli amanti del brivido potranno compiere il Volo dell’angelo.

Un viaggio che mai avreste immaginato di compiere, un volo (ovviamente in tutta sicurezza) di oltre un minuto che vi porterà a volare letteralmente sulle rocce d’arenaria del ponentino, ammirando scenari incantevoli ad un’altezza di circa 400 metri, ma ad una velocità di 120 chilometri orari. Un’esperienza estrema, stupenda ed emozionante, adatta solo a coloro il cui coraggio è grande come la bellezza di questa regione.

Immagini: Depositphotos

In Basilicata è possibile visitare luoghi speciali