Estate, le città della movida!

Tra le follie estive c’è chi dice che restare a Milano o in qualsiasi altra metropoli internazionale durante l’estate non sia una sfortuna. Secondo una ricerca realizzata dall’Osservatorio giornalistico internazionale “Nathan il Saggio” (1237 articoli monitorati, pubblicati fra il primo maggio e il 31 luglio scorsi su autorevoli testate di 12 Paesi del mondo, dall’Europa all’America all’Oriente) durante la stagione estiva le grandi città metropolitane risultino particolarmente vivaci, mostrando i lati migliori di sé a residenti e visitatori. La ricerca è opera del solito massmediologo Klaus Davi che l’ha presentata a Palazzo Marino (sede del Comune di Milano), alla presenza dell’Assessore al Tempo Libero del Comune, Giovanni Terzi e dell’ex Miss Italia Martina Colombari.

Proprio Milano infatti risulta essere all’ottavo posto nella classifica delle metropoli più frenetiche al mondo in questa estate, con un indice di visibilità del 5,81%. Al primo posto spicca New York, che detiene il primo posto con un indice di visibilità pari al 15,75%. Dietro Londra con il 13,94%, al terzo posto Parigi con il 12,86%, seguita a ruota da Barcellona (11,38%), Berlino (9,03%), Roma (8,67%), Madrid (6,12%). Chiudono la graduatoria Pechino (5,25%), portata inevitabilmente alla ribalta mondiale dalle imminenti Olimpiadi, e Dubai (3,42%), città capofila del mondo arabo. L’estate romana conserva inalterato il suo fascino, grazie alle suggestive location (Villa Celimontana, Terme di Caracalla, Villa Adriana) che ospitano svariate iniziative culturali, ma la vera sorpresa è Milano, i cui punti di forza (stile, glamour ed entertainment) risplendono ancora di più durante la stagione estiva. La realtà però, rispetto all’idea trendy di città frenetiche, è ben diversa: tutti conosciamo le strade deserte e i negozi che chiudono in agosto in tutte le metropoli italiane.

Estate, le città della movida!