Ecocity: la città verde in Cina

E' la città "verde" per eccellenza e si trova nella periferia di Shanghai

Finalmente un mondo ecosostenibile. Questa la speranza per il  futuro, ed Ecocity o Dongtan che dir si voglia, città che dovrà nascere sull’isola di Chongming nei pressi di Shanghai, né è solo un esempio. Sembra essere stata definita la “versione Green” di Manhattan, non solo ecologia dunque, ma high-techgrattacieli e molto altro. Se Greensubur e la California hanno attuato il loro progetto, ecco che ora partiamo alla volta della Cina, che in quanto a stupore non ci ha mai deluso.

Sembra di essere in un mondo fantastico: vedere il progetto di Dongtan riesce ad unire quel connubio tra ecosostenibilità e  autosufficienza da un punto di vista energetico. Un sogno? Speriamo di no. In questo i cinesi sembrano davvero essere avanti. Solo a guardare le immagini sembra proprio che il futuro sia già sotto i nostri occhi e se si pensa poi che anche l’Università di Torino ha dato il suo contributo, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, possiamo senza dubbio dire che l’Italia anche questa volta mette la sua parte, non indifferente,  di professionalità al servizio di un progetto mondiale. Ecco infatti che a Dongtan, città “verde” per eccellenza, non potevano mancare tecniche di agricoltura biosostenibile: ben 86 kmq dell’ecocity saranno quindi dedicati all’agricoltura a km zero.

E’ incantevole pensare che un progetto green simile nasca a pochi passi da Shanghai,alla quale in quanto magnificenza non abbiamo nulla da obiettare, ma sull’ecologico, come tutte la altre grandi metropoli concepite in un tempo differente, avrà certamente le sue pecche. Una “cinta verde” intorno alla città, un’oasi di pace, che possa migliorare la qualità della vita urbana in un progetto senza dubbio ambizioso.

Ma come sarà suddivisa Dongtan? Spazi abitabili per oltre 500 mila persone e tre grandi quartieri uniti da un centro comune. Ambiente ecologico, vita sana e di livello qualitativo altissimo, probabilmente il top che si possa desiderare, acqua ed elettricità che verranno fornite utilizzando sistemi di risparmio energetico, dal fotovoltaico alle turbine di micro ventilazione. Una città che a livello di consumo, potrà essere considerata autosufficiente.

Se già pensavate di trasferirvi in questo Eden naturale che in quanto ad hi-tech sembra non avere alcuna lacuna, dovrete però attendere ancora un po’… ecco che che prima del 2050 un progetto così ambizioso sarà difficile possa esser realizzato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ecocity: la città verde in Cina