Dove andare al mare in Italia a settembre

Le vacanze a settembre in Italia possono essere ricche di divertimento, basta sapere dove andare. Di seguito vi è qualche piccolo consiglio per i turisti

Le vacanze a settembre in Italia potrebbero essere un vero spasso sotto tutti i punti di vista: spaziando da quello enogastronomico, grazie alle molteplici sagre ed eventi culturali di ogni genere e ai festival o agli appuntamenti musicali. Certamente, però, i luoghi più affollati a settembre saranno le spiagge italiane.

Se si vuole trascorrere le vacanze a settembre, però, bisogna sapere dove andare e quali sono le destinazioni low cost più accreditate. Prima fra tutte la Sardegna, seguita dalla Riviera Romagnola e dalla Liguria.

Tra le spiagge più economiche dove andare in Italia spiccano quelle del Molise, delle Marche e dell’Abruzzo. Il costo di una settimana in una struttura alberghiera abruzzese situata immediatamente vicino al mare si aggira intorno ai 450-500 euro.

abruzzo-t

Un discorso particolarmente diverso riguarda la Puglia. Nella località di Vieste, tra le più economiche in Italia, si possono trovare delle residenze settimanali alla modica cifra di 200 euro (una differenza di prezzo di circa 100%). E più si va a Sud, più si abbassano i prezzi. Per esempio in Calabria, nel Villaggio Riviera del Sole si possono trovare alloggi settimanali pagando circa 100 euro, con una riduzione del prezzo del 100% rispetto a quanto avviene per la Puglia, e del 450% circa se si considera l’Abruzzo, il Molise o le Marche.

puglia-mare-t

Tradizionalmente anche le spiagge e le strutture alberghiere della Basilicata sono molti convenienti per i turisti provenienti dall’Italia settentrionale. I prezzi qui sono un po’ più cari rispetto a quelli della Calabria. In particolare, le strutture alberghiere situate vicino al mare chiedono circa 150 euro per 7 giorni di alloggio. I pasti e altri servizi sono esclusi dal prezzo di base. I costi del mare in Lucania, invece, sono a un livello molto equilibrato rispetto ad altre località della zona. In confronto alla Campania, per esempio, in Basilicata i costi del mare sono inferiori del circa il 2,4%.

maratea-t

Questo si riflette particolarmente su una giornata trascorsa con tutta la famiglia al completo in spiaggia. Tra pasti, spuntini, cibo, ombrelloni, lettini e quant’altro, la differenza di prezzo tra le località balneari di due regioni situate immediatamente vicine può essere di 20 euro. Si tratta di un gap importante, che si verifica in misura ancora maggiore quando si prende in considerazione la differenza dei costi della spiaggia tra le località del Sud e quelle del Nord.

Un’altra regione ottima per una vaczan a settembre è la la Sicilia. Sull’isola fa caldo anche a settembre, mentre i prezzi, oltre a essere già bassi rispetto ad altre regioni italiane, in autunno scendono ancor più. Per questo la Sicilia è la regione più consigliata.

cefalu-500t

In particolare, nei pressi di Catania ci sono spiagge di una rara bellezza, in cui i costi sono molto equilibrati. E qualora i turisti si annoiassero del mare e delle spiagge, potrebbero sempre far visita al vulcano Etna, uno dei più alti nel mondo e sicuramente il più alto in Europa. Inoltre, l’isola è piena di curiosità anche per gli stessi italiani. Basti pensare alle tradizioni culturali dei siciliani, ai tanti souvenir che vi possono essere comprati a prezzi molto bassi e persino alla cultura gastronomica dell’isola. Tra Palermo e Catania ci sono sicuramente molte cose da vedere e le spiagge in cui fermars non deluderanno.

Dove andare al mare in Italia a settembre