Dieci caverne inondate d’acqua, dalla Grotta Azzurra alla Smoo Cave

Le grotte sommerse più belle del pianeta

Le caverne sommerse sono quelle grotte allagate dall’acqua del mare o di un lago, sia parzialmente sia interamente. Sono visitabili con difficoltà e questo ne aumenta il fascino, quando le condizioni del mare lo consentono. Per il resto sono in balia delle acque e dell’ambiente che le circonda. Tra le più conosciute al mondo una è in Italia.

Grotta azzurra in Italia
L’antro dell’Isola di Capri ha un’apertura sommersa in parte dal mare e, a seconda del ciclo delle maree, l’accesso può essere più o meno complicato. Già l’imperatore romano Tiberio se ne serviva come piscina privata. Il gioco dei colori creato dalla luce esterna la rende meravigliosa.

Grotta di Fingal nelle Ebridi
E’ una grotta marina sull’isola di Staffa in Scozia. E’ completamente formata da colonne basaltiche esagonali, è anche detta grotta della melodia, perché per le sue dimensioni, il soffitto ad arco e i misteriosi suoni prodotti dall’eco delle onde, la fanno sembrare una cattedrale. L’accesso dal mare non è consentito, ma è possibile sbarcare sull’isola e raggiungere a piedi la grotta: una fila di colonne fratturate formano un cammino appena al di sopra del livello dell’alta marea.

Grotta dei leoni marini in Oregon
Vicino alla città di Florence nello Stato dell’Oregon (sulla costa del Pacifico degli Stati Uniti) si trova la grotta dei leoni marini. I visitatori possono entrare e osservare lo spettacolo di questi enormi mammiferi, ammassati sulle rocce, che si proteggono all’interno della caverna.

Alofaaga Blowholes a Samoa
Sull’Isola di Samoa, in Oceania, ci sono delle spaccature del terreno in riva al mare, che tradiscono la presenza di grotte sottomarine. Il mare si introduce nel terreno e l’acqua crea giochi di fontane e vapore.

Smoo Cave in Scozia
Si tratta di una grande attrazione turistica e si trova a Durness, in Scozia. E’ una grotta marina con un piccolo fiume che l’attraversa. Si raggiunge percorrendo una ripida discesa fino all’insenatura dove l’acqua di mare incontra il fiume che scorre sotterraneo. Dopo la caduta, l’acqua dolce attraversa due sezioni della grotta e, quando il fiume è gonfiato dalle piogge, si ode un boato enorme.

Benagil Sea Caves in Portogallo
Le grotte prendono il nome dalla località di Benagil, che si trova nella zona di Carvoeiro nell’Algarve. La roccia è stata erosa dal mare e ha formato sul soffitto un lucernario che crea giochi di luce e colori incantevoli.

Baia di Ha Long in Vietnam
Nel Golfo del Tonchino si apre un’insenatura detta Baia di Ha Long e comprende circa 2.000 isolette calcaree con numerose grotte carsiche. In lingua vietnamita il termine Ha Long significa "dove il drago scende in mare". Gli esploratori francesi che visitarono la grotta più grande nel XIX secolo la chiamarono Grotte des Merveilles.

Grotte dipinte in California
Presso l’Isola di Santa Cruz, nell’Oceano Pacifico, esistono alcune delle grotte marine più profonde del mondo. Misurano 370 metri in lunghezza e l’ingresso è una fenditura alta 50 metri per 30 metri di larghezza. L’isola è separata dalla terraferma dal canale di Santa Barbara. La costa è frastagliata e composta da alte scogliere.

Grotta di ghiaccio, in Wisconsin
Nel Lago Superiore esistono 22 isole dette "degli apostoli". Su di esse, quando gli inverni sono molto rigidi, si formano castelli di ghiaccio all’interno delle grotte. Esse sono visitabili di norma in barca, ma grazie alla superficie completamente gelata, si possono raggiungere a piedi.

Maya Bay in Thailandia
La località di Krabi in Thailandia è famosa per i suoi faraglioni e le sue spiagge. Si raggiunge da Bangkok o in barca da Phuket. Tra le grotte più spettacolari c’è la caverna dei vichinghi, dove si possono ammirare le pitture rupestri.

Dieci caverne inondate d’acqua, dalla Grotta Azzurra alla Smoo&n...