Tutte le meraviglie di Turku, in Finlandia

Musei, bellezze naturalistiche, monumenti: Turku è tutto questo e molto di più. Scopri cosa ammirare durante un viaggio nella città finlandese

Turku non è sicuramente la prima città che ci viene in mente pensando alla Finlandia. Si tratta di una città attraversata dal fiume Aura, nel sud-ovest del Paese, ancora molto sottovalutata dai turisti. In realtà, Turku, è una cittadina che ha molto da offrire, senza dimenticare che è la quinta città più popolosa in tutta la Finlandia.

Turku: storia, clima e cosa vedere

Anche la città di Turku, in Finlandia, ha una storia che merita di essere raccontata per poter capire e vivere al meglio il vostro viaggio: i primi insediamenti umani in questa zona risalgono alla preistoria e, benchè la prima citazione di questa città risalga al lontano 1154, spesso la fondazione della stessa viene fatta risalire al 1229 quando, a Koroinen, venne fondato un insediamento cattolico e Turku venne nominata sede vescovile.

In questa epoca venne anche costruito il castello di Turku, del quale andremo a parlare in seguito, e la maestosa cattedrale consacrata nel 1300. Molto interessante è ricordare come Turku sia stata, in antichità, la capitale politica della Finlandia, nonché principale centro culturale del Paese. Oggi, Turku, è sede dell’Arcivescovado finlandese. Turku è chiaramente una città medievale: lungo il fiume Aura, si può passeggiare sugli antichi viottoli quattrocenteschi. Questo fiume è il cuore della città di Turku e, specialmente in estate, le rive dello stesso diventano una grande festa in cui le persone si riuniscono per mangiare, bere, ascoltare musica e, più in generale, trascorrere del tempo insieme nel bel mezzo della natura incontaminata. Un’esperienza da fare è quella di esplorare l’arcipelago in kayak.

Sempre in estate, poi, la città pullula di eventi e festival: musica, arte design, tango e molto altro. Spesso potrete vedere, attraccate al porto del fiume, alcune barche a vela e diverse navi da crociera che partono verso l’arcipelago o la vicina Naantali; queste navi, ogni giorno, salpano dalla baia di Turku e attraversano il Mar Baltico, in direzione della Svezia. La riva est è caratterizzata da diverse attrazioni da poter visitare: la cattedrale di Turku, il museo Sibelius, il museo della Casa Ett Hem, il museo Aboa Vetus&Ars Nova, il museo artigianale Luostarinmäki, il museo d’arte Wäinö Aaltonen, la città vecchia ed il teatro municipale.

Potrete raggiungere la riva est attraversando il ponte o prendendo un traghetto completamente gratuito: qui potrete ammirare le altre meraviglie di Turku, quali il castello dell’omonima città, il centro marittimo Forum Marinum, il museo della Farmacia e la Casa di Qwensel. Vicino alla Piazza del Mercato si trovano la meravigliosa biblioteca principale, le hall del mercato ed il museo d’arte della città di Turku. Il clima di Turku è caratterizzato da inverni molto freddi e da estati brevi e miti. A partire da novembre, poi, le temperature possono scendere sotto lo zero, con forti nevicate che fanno la loro comparsa all’inizio del mese. Se avete in mente un viaggio nella meravigliosa città di Turku, dunque, vi consigliamo fortemente di organizzarvi per i mesi estivi, in cui potrete godere di un clima, non certo tropicale, ma comunque mite e piacevole.

Infine, non è necessario essere un esperto marinaio per godersi completamente la meraviglia dell’arcipelago di Turku: uno tra i più belli ed estesi al mondo, raggiungibile anche a piedi, in bici, in traghetto, in auto o addirittura in pullman acquatico. Questo arcipelago è caratterizzato da una natura incontaminata, ma nasconde anche meravigliose oasi dove potersi riposare e, perché no, praticare anche dello sport come il golf o, ancor meglio, rilassarsi in una spa.

La cattedrale di Turku

La cattedrale di Turku è una delle meraviglie che meritano almeno una visita. Essa è simbolo indiscusso della città e del cattolicesimo e, come abbiamo già detto in precedenza, ha origini molto antiche: risale, infatti, al XIII secolo ed è stata costruita completamente in pietra. Questo edificio, nel corso dei secoli, ha subito diversi cambiamenti; in precedenza era molto più piccolo rispetto all’attuale ed il suo confine occidentale era in corrispondenza del pulpito, mentre la volta era molto più bassa rispetto a quella che conosciamo oggi.

La cattedrale di Turku aveva acquisito la sua forma attuale già in epoca moderna; l’unico cambiamento davvero significativo, infatti, fu il campanile costruito e ricostruito più volte in seguito a diversi incendi che distrussero la città. La torre attuale, dopo il gravoso incendio, è divenuta uno dei simboli di maggiore importanza insieme alla chiesa stessa. Se entrerete all’interno della cattedrale, potrete ammirare una maestosa Trasfigurazione di Cristo dipinta nel 1836 da Fredrik Westin, così come il meraviglioso soffitto decorato in stile romantico da Robert Wilhelm Ekman.

Questi affreschi raccontano da vicino la vita di Gesù e di due importanti eventi riguardanti la chiesa finlandese: il battesimo dei primi cristiani e la presentazione della prima traduzione in finlandese del Nuovo Testamento al re Gustavo I di Svezia. L’ingresso alla cattedrale di Turku è completamente gratuito, eccetto per il museo, ed è accessibile tutti i giorni. Se dunque siete degli appassionati di arte e pittura, questo piccolo gioiellino non potrà mancare sul vostro itinerario!

Il castello di Turku

Altra tappa fondamentale, oltre alla cattedrale di Turku, è sicuramente il maestoso castello della città. Esso, ancora oggi, è uno dei più antichi ed importanti edifici della Finlandia, senza dimenticare che è tuttora in uso. È molto interessante sapere come, inizialmente, il castello di Turku venne costruito su un’isola, ma a causa dei sedimenti, ora si trova sulla terraferma. I lavori di costruzione dell’edificio, iniziarono nel lontano 1280; nei due secoli successivi le difese vennero rafforzate e furono aggiunti nuovi quartieri abitativi. Molti incendi hanno purtroppo danneggiato il castello, in particolar modo vogliamo ricordare quello del 1614, quando durante una visita di re Gustavo II Adolfo di Svezia, le fiamme distrussero quasi del tutto  la struttura principale in legno; a causa di ciò, il castello venne prontamente abbandonato ed utilizzato solo in parte per le attività commerciali.

Le vere e proprie opere di ristrutturazione, in seguito alle tragedie accadute, iniziarono durante la seconda guerra mondiale: oggi, questa struttura, è di proprietà dello Stato finlandese e la sua gestione è affidata alla città di Turku. Nella parte principale del castello, sono presenti diverse maestose sale, oltre ad alcuni ristoranti e ad una chiesa dedicata alla comunità locale. Dunque, cosa state aspettando? Adorate le storie di dame e cavalieri? Allora non potete non visitare questa antica meraviglia!

I musei di Turku da non perdere

Turku racconta la propria storia attraverso i numerosi musei presenti in città. Se adorate l’arte, la pittura, la musica, le navi e, più in generale la storia, allora dovete assolutamente visitare alcuni famosi musei del luogo. Vogliamo iniziare con il museo Sibelius, dedicato prettamente agli amanti della musica: esso è situato vicino alla cattedrale, dunque in posizione davvero strategica, ed è l’unico museo dedicato alla musica in tutto il Paese. Proprio qui, inoltre, potrete ammirare una vasta e straordinaria collezione di strumenti musicali, antichi e non, provenienti da tutto il mondo.

Nell’archivio del museo, poi, sono presenti numerosi documenti, quali manoscritti, registrazioni, fotografie e molto altro, a testimoniare la lunga ed intensa storia della musica. Questo museo conta con due principali esposizioni: la prima, dedicata agli strumenti musicali e la seconda, chiamata anche “Sibelius exhibition”. Qui è possibile prendere parte a diverse esibizioni e concerti, il cui programma varia a seconda della performance, anche se la musica principalmente suonata presso il museo è di genere jazz e folk.

Aboa Vetus&Ars Nova è un altro fra i più importanti musei della città di Turku. Questo museo è ospitato all’interno di un edificio denominato Rettig Palace, originariamente costruito nel 1928. Si tratta di un museo che ospita una bellissima collezione di arte contemporanea, seppur custodisca anche alcune opere risalenti al Medioevo e scoperte solamente successivamente. Non potete assolutamente perdervi questa meraviglia! Molto particolare e meritevole di una visita, è il museo Luostarinmäki: uno dei pochissimi musei a cielo aperto in Finlandia.

Esso è il museo dell’artigianato ed è situato nell’antico quartiere del legno della città di Turku: sono presenti più di trenta laboratori specializzati in diversi settori artigianali e, specialmente nel periodo estivo, è possibile ammirare gli artigiani all’opera. L’evento più importante si svolge durante i Giorni dell’antiquariato nel mese di agosto, un’occasione davvero unica per ammirare gli operai al lavoro. Fra i punti di maggior interesse della città di Turku, vogliamo menzionare anche il Museo della Farmacia e Casa Qwensel.

Pur essendo molto piccolo, vi porterà attraverso le tappe della storia della medicina: potrete ammirare una vasta collezione di antichi utensili usati nelle vecchie farmacie in Finlandia, i costumi utilizzati al tempo e molto altro. Insomma, questo luogo vi permetterà di tornare indietro nel tempo e mostrarvi come si operava nell’antichità. Inoltre, le didascalie di ogni stanza, sono tradotte in lingua inglese, oltre ad essere parecchio intuitive. Vi consigliamo di concludere la vostra visita nell’ottimo e caratteristico caffè che sorge all’interno dell’edificio. Attraverso la nostra breve e veloce guida, speriamo di avervi stimolato alla scoperta di questo piccolo paradiso finlandese ancora oggi troppo sottovalutato: siamo certi che, se mai decideste di intraprendere questo viaggio alla scoperta di Turku, non rimarrete delusi.

La città di Turku in Finlandia

@Shutterstock

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tutte le meraviglie di Turku, in Finlandia