Una vacanza nella Baja California

Una penisola del Messico a sud della California dalle spiagge infinite, panorami suggestivi e dalle acque colme di balene e leoni marini

Gli americani la chiamano Baja, tout court. La penisola a sud dello Stato della California, Baja California, che si trova in Messico è una zona molto amata per trascorrere le vacanze per via dei porti turistici che offre e soprattutto per la vicinanza.
Il clima della Bassa California varia a seconda della zona e delle diverse conformazioni geologiche del territorio, molto vasto. A nord il clima è mediterraneo, spostandosi verso sud diventa tropicale. Il periodo migliore per visitare la Baja California è da maggio ad ottobre. Attenzione all’estate: a luglio, agosto e settembre la temperatura può arrivare fino a 45° C.
Arrivare dall’Europa è facile. Il modo più semplice e meno costoso e quello di volare a San Diego e noleggiare un’auto.

La strada lungo la Gold Coast, affacciata sull’Oceano Pacifico, che parte da Tijuana (TJ, per gli aficionado) e tocca Rosarito, Ensenada, Bahia de San Quintìn e termina nel deserto Cataviña è uno spettacolo della natura.
Se Tijuana è il luogo di confine più visitato al mondo (per via degli alcolici permessi ai teenager americani), Rosarito è la capitale mondiale delle aragoste. Sulle sue meravigliose spiagge sono stati girati alcuni dei film più celebri, da Titanic a Pearl Harbour.
Il litorale della Baja California è la principale attrazione turistica. Qui si praticano gli sport acquatici più disparati, dal surf alla pesca d’altura. San Quintìn è il fulcro di tutte queste attività, ma ci si può anche rilassare sulle vaste spiagge soleggiate. Appena fuori Ensenada, invece, si snoda la strada del vino che viene prodotto da queste parti e che viene esportato in tutto il mondo. Paesaggio completamente diverso è quello offerto dal deserto, con i suoi cactus, le caverne che nascondono incisioni preistoriche e i vulcani estinti.

Altrettanto spettacolare è la costa che si affaccia sul Mare di Cortez (o Golfo di California), che Jacques Cousteau chiamava ‘l’acquario del mondo’. Le spiagge di questa baia naturale sono lunghe e dorate e la temperatura del mare è tiepida, ideale per vacanze tutto l’anno. La cittadina di San Felipe è la più tipica di questa regione messicana. Il punto più suggestivo è nella Baia degli Angeli (che non ha nulla a che fare con Los Angeles, negli Stati Uniti): qui il mare è blu cobalto da cui spuntano alcune isole e intorno si intravedono le montagne.

La città più grande della Baja California è La Paz, una località devota all’ecoturismo.
All’estremità meridionale della Baja California si trova Cabo San Lucas (detto anche semplicemente Cabo). Qui fanno tappa le grandi navi da crociera e si possono trovare tutte le facility possibili e immaginabili per i turisti, dai casinò ai locali notturni. Fin troppe. E’ una località balneare molto apprezzata in quanto le calde acque del Golfo incontrano quelle fredde del Pacifico. Di tanto in tanto, all’orizzonte, spunta la coda di una balena ed è allora che lo spettacolo è da togliere il fiato.

Una vacanza nella Baja California