Aereo, superato il peso massimo: un passeggero costretto a scendere

Due passeggeri hanno dovuto abbandonare il volo perché l'aereo peso massimo consentito superato

La notizia arriva dagli Stati Uniti, due passeggeri sono stati costretti a scendere dall’aereo altrimenti il volo non poteva partire perché l’aereo peso massimo consentito era stato superato. Il volo era un regionale dell’American Airlines in partenza da O’Hare per atterrare a Salt Lake City. Stando a quanto riportato dalla ABC7 Chicago, l’aereo non poteva partire perché sovraccarico. Per questo motivo, un dentista dell’Illinois, Dan Nykaza, è stato costretto insieme a un altro passeggero ad abbandonare l’aereo.

La compagnia si è trovata a dover gestire una situazione difficile che ha comportato un ritardo di 20-30 minuti. Dopo questa attesa, il personale ha deciso di pregare Dan Nykaza e un altro passeggero di scendere dall’aeroplano. Ovviamente, il dentista ha chiesto spiegazioni che sono arrivate repentinamente. Purtroppo il volo aveva superato il peso massimo consentito e non poteva partire se non scendeva qualcuno. Nessuno dei passeggeri ha voluto accettare il voucher offerto dalla compagnia aerea e pertanto sono state scelte le ultime due persone ad essersi presentate al check-in e quindi ad essersi imbarcate.

Come era prevedibile, Dan Nykaza non ha preso molto bene l’accaduto, anche perché doveva raggiungere i parenti a Salt Lake City e il nipote e la figlia si sono dimostrati molto tristi. Secondo quanto dichiarato dallo stesso, l’accaduto l’ha lasciato sotto shock, tanto che la notte non è riuscito a prendere sonno in nessun modo. Il dentista ha perso un weekend ma ha guadagnato un voucher di 200 dollari. Sicuramente non è tantissimo, ma almeno è qualcosa. Ma Dan era così arrabbiato che se ne è andato gettando a terra il buono offerto.

A quanto pare, questi eventi sono più frequenti di quanto si creda. E pensare che Dan Nykaza non era nemmeno tanto pesante. Il suo peso infatti risulta essere di appena 175 libbre, che in chili sono poco più di 75. Le compagnie aeree dovrebbero però trovare una soluzione migliore per gestire la cosa, a maggior ragione che accade con tanta frequenza. In effetti, alcune compagnie aeree hanno iniziato ad attuare politiche per i passeggeri obesi e, più in generale, per tenere sotto controllo il peso complessivo ed evitare sorprese al momento di partire. Dal 2013 la Samoa Airlines ha messo in pratica politiche di controllo del peso e, a partire dall’anno scorso, l’Uzbekistan Airways ha iniziato a pesare i passeggeri prima di consentirgli l’imbarco.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Aereo, superato il peso massimo: un passeggero costretto a scendere