Abu Dhabi, nasce il distretto culturale del futuro

Un Louvre, un Guggenheim e un museo nazionale disegnati da Jean Nouvel, Frank O. Gehry e Norman Foster, la nuova attrazione dell'emirato dal 2015

Ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi, aprirà nel 2015 il nuovo Saadiyat Cultural District, un quartiere avveniristico con musei di fama mondiale: il Louvre Abu Dhabi, lo Zayed National Museum (nel 2016) e il Guggenheim Abu Dhabi (nel 2017). Saranno aperti grazie alla collaborazione con il British Museum, la Solomon R. Guggenheim Foundation e l’Agence France Muséums. Disegnato dal vincitore del premio Pritzker, Jean Nouvel, il Louvre sarà il primo museo universale nel mondo arabo con opere d’arte di differenti civiltà e culture: pitture, sculture, arti decorative, manoscritti e oggetti storici. La più imponente caratteristica del Louvre è la una cupola di 180 metri di diametro che presenta una intricata decorazione traforata, pensata per rappresentare i raggi del sole che filtrano attraverso le fitte palme da datteri e dare così una luce soffusa all’ambiente.

Un museo concepito come uno spazio per discussioni, per apprendimento e ispirazioni, il Zayed National Museum racconterà la storia del defunto Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan, attraverso la storia e la cultura degli Emirati Arabi. Il museo è stato disegnato dal Lord Norman Foster e le torri richiamano le ali del falcone, simbolo sacro dell’Emirato e della sua cultura. Il museo avrà sette gallerie permanenti, esposizioni temporanee e una biblioteca. 

Il Guggenheim sarà, infine, il nuovo polo espositivo di arte contemporanea locale e regionale. Disegnato da Frank Gehry, l’edificio ricorda le architetture del Golfo, incorporando scenografici coni che richiamano le torri del vento tradizionali della penisola. Alcuni dei lavori sostanziali alle strutture sono già stati completati.

 

Abu Dhabi, nasce il distretto culturale del futuro