Paperino e Fiumelatte: i paesi italiani con i nomi più strani sono questi (e non solo)

Ispirati a fiori, cibi e personaggi inventati, questi luoghi che forse ignoravamo si trasformano in un itinerario di viaggio stravagante e bizzarro

È un’avventura inedita, stravagante e a tratti bizzarra quello che ci permette di scoprire il Belpaese attraverso un itinerario che segue i nomi più particolari dei paesi italiani. Sapevate, per esempio, che sul lago di Como c’è un piccolo territorio che prende il nome di Fiumelatte? E che a Prato c’è una località che è stata ribattezzata, ufficialmente, come Paperino?

E no, se ve lo state chiedendo, non si tratta di un libro di fiabe che racconta le vicende degli abitanti che vivono in paesini e borghi dai nomi inventati, ma di località deliziose che si snodano lungo tutto lo stivale.

Alcuni di questi nomi, ispirati a fiori, cibi e personaggi inventati, sembrano il preludio a una poesia visiva che si apre davanti ai nostri sguardi. La stessa che ci spinge a raggiungere destinazioni che forse ignoravamo. Pronti a geolocalizzarvi nei luoghi italiani dai nomi più stravaganti?

I Paesi italiani con i nomi più stravaganti

Il nostro itinerario non può che cominciare proprio dal Lago di Como, dal piccolo paesino che prende il nome di Fiumelatte. Le origini di questo sono date proprio dall’omonimo corso d’acqua che bagna il borgo e che, attraversando le fessure delle rocce che dominano il paese, si presenta agli occhi di lo guarda come un grande e schiumoso fiume di latte.

Situata a sud est del capoluogo veneto di Rovigo, troviamo una piccola cittadina dal nome Occhiobello. Riconosciuta per i suoi edifici storici che si affacciano sulle strade cittadine, non facciamo fatica a immaginare che il suo nome non sia altro che il preludio alla bellezza del territorio.

Stanchi delle solite mete? Che ne dite di una breve sosta a La California? Non quell’americana, s’intende, ma quella italiana situata nel comune italiano di Bibbona, a Livorno. potrete sempre vantarvi di aver fatto un viaggio lontano dalle solite mete.

A pochi chilometri da Prato, invece, troviamo una piccola frazione che prende il nome di Paperino. le fonti più accreditate attribuiscono le origini del nome al termine papyrus, che vuol dire giunco. Quello che è certo è che il nome si rivela davvero d’ispirazione.

Restiamo in Toscana, questa volta per raggiungere le meravigliose Crete Senesi. È qui che esiste un piccolo borgo dal nome davvero originale: Belsedere. Si sarà forse ispirato ai lineamenti sinuosi e sensuali delle colline? L’ipotesi ci sembra più che plausibile.

Al confine tra Perugia e Gubbio esiste, invece, un luogo ricco di suggestioni e misteri, così come lo è il suo nome. Protagonista di numerose leggende, non troppo rassicuranti, Casa del Diavolo resta uno dei luoghi più affascinanti dell’intera regione.

Ci spostiamo ora nel profondo Sud, per andare alla scoperta di una cittadina soleggiata e ridente il cui nome è tutto un programma. Stiamo parlando di Donnadolce, una frazione di Ragusa, che solo a pronunciarla mette già il buon umore.

E di luoghi da scoprire e riscoprire la Sicilia ne è piena. Provate a fare una deviazione a Trapani, allontanandovi dai sentieri turistici più battuti. È qui che troverete il Purgatorio, nel senso più letterale del termine.

Se ancora non ne avete abbastanza di questo stravagante tour tra i paesi con i nomi più strani in Italia, non vi resta che fare una sosta a Buonvicino, a Cosenza. Il nome di questo paesino calabrese promette davvero bene.

Fiumelatte

Fiumelatte