Viaggi in bici: il percorso e l’itinerario permanente dell’Eroica

Gara di ciclismo vintage, l'Eroica è anche un percorso permanente tra il Chianti e la Val d'Orcia. Un itinerario unico, tra i borghi e i vigneti

È uno tra i percorsi ciclistici più spettacolari d’Italia, l’Eroica. Si snoda tra il Chianti e la Val d’Orcia, ed è un itinerario che chiunque ami le due ruote deve percorrere, una volta nella vita.

Non è solamente una gara di ciclismo vintage, l’Eroica. È anche un percorso permanente, un circuito ad anello che attraversa il Chianti, la Val d’Arbia e la Valle d’Orcia passando per Montalcino. Duecentodieci chilometri che possono essere suddivisi in sei tappe, e percorsi in due o tre giorni a seconda del proprio grado di preparazione e del tempo a disposizione.

L'Eroica

Fonte: Ufficio stampa

Il punto di partenza più gettonato, per il percorso permanente dell’Eroica, è la stazione ferroviaria di Siena. Da qui, bicicletta alla mano, si procede in direzione Radi (dove si incontra con la via Francigena) e poi verso Montalcino, il borgo celebre per la produzione del Brunello. Dopo aver percorso l’impegnativo tratto protagonista del Giro d’Italia 2010, si pedala tra i vigneti toccando località come Lucignano d’Asso, Buonconvento, Asciano, Castelnuovo Berardenga.

Nulla vieta di rallentare, di regalarsi degustazioni nelle cantine, visite ai borghi e ai castelli, pause golose a base di pane toscano, olio extravergine d’oliva e salumi straordinari. Facendo dell’Eroica un percorso non solo cicloturistico, ma anche enogastronomico. Si torna poi a Siena, da dove si può risalire a bordo del treno e far così rientro a casa.

L'Eroica

Fonte: Ufficio stampa

Sebbene l’itinerario permanente dell’Eroica possa essere percorso solamente in parte, per ottenere l’attestato eroico è necessario toccare tutte e sei le tappe e tornare al punto di partenza: solamente così si ricevono i 6 timbri sul proprio Road Book. Il viaggio può cominciare da un qualsiasi punto del percorso dal momento che ogni esercizio convenzionato è riconosciuto come punto di partenza e di arrivo e abilitato a rilasciare i timbri.

Timbri che dovranno dunque essere: partenza (una zona a scelta), uno per ogni successiva zona di controllo (quattro tra: Chianti – Siena e Val d’Arbia – Montalcino – Val d’Asso – Crete Senesi), arrivo (stessa area della partenza). L’itinerario completo può essere scaricato dal sito, con tutte le coordinate necessarie ad orientarsi.

Chianti

Ph. Janos Gaspar (123rf)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Viaggi in bici: il percorso e l’itinerario permanente dell&#8217...