Un nuovo collegamento via barca unisce le piste ciclabili di Lignano Sabbiadoro e Bibione

Due nuove traghetti entreranno in funzione entro l'estate: il primo collegherà le piste ciclabili di Bibione e Lignano Sabbiadoro, il secondo condurrà fino alla spiaggia della Brussa. Destinatari, i cicloturisti

Il cicloturismo, in Italia, è sempre più diffuso. Tante sono le iniziative riservate ai ciclisti, e ancor di più sono le nuove piste ciclabili, i nuovi itinerari e i servizi a loro dedicati. In Friuli-Venezia Giulia e in Veneto, ad esempio, ad aprirsi ulteriormente al turismo su due ruote sono le più famose località balneari delle due regioni: Lignano Sabbiadoro e Bibione.

Entro maggio 2018, un nuovo “passo barca” unirà proprio le due principali destinazioni turistiche, e a distanza di qualche settimana aprirà anche il collegamento tra Bibione e la Brussa, un’eco-spiaggia appartenente al comune di Caorle che non ha subito l’intervento umano, e che ancora oggi mantiene il suo aspetto originario, selvaggio e incontaminato.

Così, grazie al nuovo collegamento in battello per il trasporto delle bici e delle persone, i turisti in bicicletta potranno attraversare quel fiume Tagliamento che è il meno antropizzato d’Europa, e che finora era attraversabile solamente in automobile. Il contatto con la natura, in questo modo, è ancor più forte. E i cicloturisti potranno immergersi in un territorio ricco, famoso per la sua biodiversità.

Il traghetto, che farà la spola tra il pontile a monte del faro di Bibione e il pontile della darsena Marina Uno a Riviera, metterà quindi in connessione i 9 km della Passeggiata Adriatico – lungo la spiaggia di Bibione – agli 8 km di Lignano Sabbiadoro, due straordinari percorsi che – sommandosi ai 240 km dell’entroterra, permettono di raggiungere Venezia – da un lato – e dall’altro la ciclabile Alpe Adria, che collega Grado a Salisburgo.

Per raggiungere la spiaggia della Brussa, invece, ci si imbarcherà dal porto di Bibione Pineda. E si vivrà una vera e propria escursione in barca, alla scoperta della ricchezza della laguna veneta, tra le canne, gli aironi, le cicogne.

I due nuovi collegamenti per i ciclisti – insieme al treno che, attrezzato per il trasporto delle biciclette, fino al 21 ottobre collegherà la Latisana, Lignano e Bibione – rientrano nel progetto di valorizzazione del patrimonio naturale e della sostenibilità dell’Alto Adriatico, e nella soddisfazione di un nuovo tipo di turismo che, in Italia e in Europa, sta prendendo piede sempre più, arrivando a sfiorare – nel nostro Paese – il valore potenziale di 3.2 miliardi.

Un nuovo collegamento via barca unisce le piste ciclabili di Lignano S...