Attività a contatto con la natura: il glossario

Cosa significano i neologismi come Earthing, Garden Therapy o Forestfulness e dove praticarli

Abbracciare un alberto, camminare a piedi nudi sull’erba, meditare sulla riva di un ruscello: sono solo alcune delle nuove discipline di natural wellness che si possono fare in vacanza. Sono tantissime oggi le località turistiche che, oltre alle attività adrenaliniche, offrono ai visitatori alternative per stare a contatto con la natura e regalare momenti di relax e di benessere.

Molte dicipline vengono da lontano. Il Nord Europa ne è sicuramente un esempio così come il Giappone dove, alcune esperienze, sono frutto di antiche tradizioni religiose.

Il linguista Senior di Babbel, Gianluca Pedrotti, sottolinea il valore del linguaggio nel descrivere e forgiare i cambiamenti che viviamo nella nostra quotidianetà: “La riscoperta del rapporto tra uomo e natura è un trend in forte crescita”, spiega l’esperto. “L’esperienza pandemica ha risvegliato in molti il desiderio di un maggior benessere psicofisico e sono sempre più coloro che, per raggiungerlo, stanno esplorando nuove esperienze a contatto con gli elementi naturali.

Il riavvicinamento tra l’uomo e la natura si sta riflettendo anche nel linguaggio. Le lingue infatti, in particolar modo l’inglese, assimilano costantemente i cambiamenti sociali per descrivere i nuovi contesti. Inoltre, la forza della lingua in continua evoluzione ha un doppio valore: non solo permette di descrivere il cambiamento, ma allo stesso tempo lo induce, lo facilita. Ecco quindi che la diffusione di nuove tendenze di benessere è accompagnata dalla parallela creazione di neologismi e nuove parole per descriverle”.

Per scegliere la discipilina migliore e la località dove farla abbiamo stilato un glossario dei termini più usati.

Bergdenken

Traducibile letteralmente con “pensiero di montagna”, questo termine tedesco è stato coniato dall’accademica Helga Peskoller per indicare il forte desiderio di essere tra le montagne, soprattutto quando si è immersi nel caos della città.

Earthing/grounding

Connettersi con la natura attraverso la sua energia elettrica per lasciar andare lo stress quotidiano aiutandoti a sentirti più calmo e concentrato. Può essere fatto attraverso attività che prevedono o meno il contatto diretto con la terra, come per esempio: camminare a piedi scalzi (il cosidetto barefooting), stendersi su un letto di foglie o abbracciare gli alberi (il cosiddetto tree hugging).

Forestfulness

Traducibile come “Terapia forestale“, si basa su vere e proprie sessioni terapeutiche, svolte con persone qualificate, ispirate al protocollo di Mindfulness, in cui l’elemento naturale diventa protagonista. Da non confondere con la Forest Bathing, che prevede l’organizzazione di attività di promozione della salute come brevi camminate e semplici attività rilassanti, spesso con accompagnamento di una guida e limitato a una singola sessione, mentre la Forestfulness è molto più strutturata. Prevede itinerari guidati dove mettere in pratica precise attività (camminata consapevole, meditazione, esercizi del respiro) ed è basata su programmi a lungo termine con sessioni ripetute in foresta generalmente condotte da professionisti in stretta collaborazione con operatori sanitari.

Forest Breathwork

Unisce meditazione e tecniche del controllo del respiro. Si tratta di un metodo che rilassa e che, al contempo, stimola e attiva il corpo tramite un lavoro sul proprio respiro.

Garden Therapy

L’orticoltura e il giardinaggio sono sempre più considerate delle attività terapeutiche e negli ultimi anni sono state riconosciute dagli esperti con i termini di “Garden Therapy” e “ortoterapia“. Una conferma arriva anche dai dati di Coldiretti, secondo cui il 63% degli italiani dedica il proprio tempo libero alle attività di giardinaggio, arrivando alla coltivazione di frutta e verdura nel proprio giardino o nel proprio balcone.

Gökotta

Parola svedese intraducibile. Letteralmente significa “alzarsi all’alba per uscire ad ascoltare il canto degli uccelli”, ma viene generalmente usata per indicare la necessità di trovare il tempo per apprezzare la natura.

Mindful Walking

Si tratta di una tecnica di mindfulness spesso praticata nella natura. É una camminata consapevole che ci invita a mantenere la concentrazione sul momento presente.

Perception Walking

Una passeggiata sensoriale nel bosco a occhi chiusi, il cui scopo è quello di prendere coscienza dei propri sensi, tutti tranne quello della vista.

Shinrin-Yoku

Bagno nella foresta, è il nome originale (giapponese) del Forest Bathing.

Woodland photography

Sessioni di fotografia nel bosco.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Attività a contatto con la natura: il glossario