Obereggen e Carezza, perché sciare in Val d’Ega

Nel cuore delle Dolomiti, patrimonio Unesco, e a pochi chilometri da Bolzano, c'è una zona dove sciare lontano dalla folla

Nel cuore delle Dolomiti, patrimonio Unesco, e a pochi chilometri da Bolzano, c’è una zona dove poter sciare in tutta tranquillità tenendo lontano la folla. È la Val d’Ega, dove si trovano due dei comprensori più belli e meno frequentati delle Alpi, Obereggen e Carezza.

Perfetta per trascorrevi le vacanze in famiglia, ma non solo. Con 90 chilometri di piste da discesa, cento di circuiti da fondo, tre per lo slittino e tantissimi sentieri escursionistici ai piedi degli imponenti massicci del Catinaccio e del Latemar, sono tra le mete sciistiche da scoprire in Alto Adige.

A soli 20 km dall’uscita dell’autostrada del Brennero e facili da raggiungere anche per chi arriva in treno, in Val d’Ega ci sono località di montagna poco affollate, poco costose e dove la neve è garantita, pur regalando paesaggi meravigliosi, impianti di risalita di ultima generazione, bellissimi hotel con spa e una gastronomia degna di questa regione che coniuga qualità e servizi di altissimo livello, degne di stazioni sciistiche molto più blasonate.

Obereggen_Latemar

Obereggen @Paolo Codeluppi

Obereggen conta ben 18 impianti di risalita, a cui si aggiunge una nuova seggiovia automatica a otto posti del Passo di Pampeago. Qui il comprensorio offre 49 km di piste (81% nere e rosse, di cui la più ripida con 58% di pendenza) e un unico skipass che lo collega alla Val di Fiemme, in Trentino, per passare da una valle all’altra senza mai togliere gli sci. I 16 rifugi sparsi lungo i tracciati permettono di fare una sosta su una delle bellissime terrazze soleggiate, come quella del rifugio Oberholz, un gioiello di architettura panoramica a 2.096 metri di altitudine, o nella nuova baita Epircher Laner, destinata a diventare la meta più trendy della valle. A Obereggen si può arrivare comodamente con lo skibus che parte dalle località di Nova Ponente, Ega e Monte San Pietro.

A Carezza, dove ci sono 40 km di piste ai piedi del Catinaccio e Latemar, si arriva fino ai 2.337 metri di quota e offrono una vista unica sulle Dolomiti altoatesine. Questo comprensorio è il più green delle Alpi: quella di Carezza, infatti, è la prima area sciistica italiana ad aderire al Patto per la Neutralità Climatica 2025, con l’obiettivo di diventare “neutral” entro i prossimi tre anni. A rendere possibile tutto ciò, un sistema di innevamento elettronico intelligente e un metodo di preparazione basato su tracciati GPS e misurazione della profondità della neve.

Carezza-Dolomites

Carezza @Storyteller Labs

Ben 20 i rifugi e le baite sulle piste innevate, con belle terrazze soleggiate tra cui il Laurins Lounge, a 2.337 metri di altitudine, il locale panoramico a maggior quota dell’Alto Adige. Chi soggiorna a Nova Levante, ci arriva comodamente con la cabinovia che parte dal centro.

Per chi trascorre le vacanze in Val d’Ega non c’è solo lo sci. Tappa obbligata è il lago di Carezza, che d’inverno è completamente ghiacciato e che, nel periodo delle festività natalizie allestisce, un suggestivo mercatino artigianale lungo le sponde alberate. Il consiglio è di visitarlo al calar del sole, quando il sentiero che circonda il lago viene illuminato da candele e si diffonde nell’aria un delizioso profumo di vin brûlé.

Per chi cerca un po’ di animazione, Bolzano è davvero vicina. In piazza Walther ci sono i Mercatini di Natale fino all’Epifania, ma da non perdere è la visita al museo di Ötzi, lo scheletro umano di 3mila anni ritrovato in Val Venosta, sempre in Alto Adige. E poi si può passeggiare sotto gli archi nelle vie del centro e fare un po’ di shopping di prodotti tipici. Non perdetevi il mercato contadino in piazza Municipio con i prodotti di stagione a chilometro zero.

Val-DEga-inverno-neve-sci

@Turismo Obereggen

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Obereggen e Carezza, perché sciare in Val d’Ega