Valtellina: la meta perfetta per una vacanza attiva

Passeggiate, percorsi in mountain-bike, splendide piste da sci e sport d’acqua: una vacanza in Valtellina non conosce la noia.

Se c’è una meta davvero ideale per una vacanza attiva, questa è la Valtellina. Situata in Lombardia, raggruppa diverse valli e si disloca prevalentemente in provincia di Sondrio, con qualche località nel comasco e nel lecchese e una regione – la val Poschiavo – in Svizzera.

Ma quali sono, le attività che in Valtellina si possono svolgere? E a chi sono adatte? Sicuramente, questa valle alpina italiana è meta prediletta per i cicloturisti, e per chi ama fare trekking. Tra i percorsi più suggestivi, da percorrere a piedi o in bicicletta, un posto d’onore è riservato alla Via dei Terrazzamenti che – come il nome suggerisce – si snoda tra profumati vigneti, e tra edifici storici, artistici, civili e religiosi. Il tutto, nella Bassa e nella Media Valtellina: 70 chilometri da Morbegno a Tirano, con gli occhi pieni di quelle terrazze coltivate a vite che paiono dipinte. Con la sua altezza compresa tra i 300 e i 700 metri, il percorso multi-tappa è perfetto da compiere sia in bicicletta che a piedi. Anche in famiglia. Magari, scegliendo di limitarsi ad una sola delle sue quattro tappe: alle porte della Valtellina, tra i vigneti e i paesaggi, da Sondrio a Castionetto o tra i borghi e i vigneti.

Più adrenalinica è invece la Valtellina vista dagli amanti del free ride in mountain bike. All’interno del Parco dello Stelvio, tanti sono i percorsi che attraversano sentieri, strade sterrate, mulattiere e dislivelli. Per chi conosce il territorio, e per i biker più esperti, tappa imperdibile sono le cinque discese “Five Crazy Down”: Padrio (Trivigno – Tirano), Tornantissima (Monte Varadega – Grosio), Lagrosina (Cigoz – Grosio), Schiazzera (Schiazzera – Tirano) e Col d’Anzana (Col d’Anzana – Tirano). Percorsi dalle caratteristiche differenti, ma tutti riservati a chi conosce le tecniche di discesa e ha un corpo allenato. Ci sono poi le gare. Che, ancor di più, mettono alla prova i biker. La più famosa? L’Alta Valtellina Bike Marathon, nel Parco Nazionale dello Stelvio. E poi ci sono tracciati dai panorami suggestivi: Il Crap de la Parè a Livigno, col suo strapiombo roccioso e il bosco di larici secolari; la Val Belviso, nel Parco delle Orobie Bergamasche; l’attraversamento del Passo Eira, sempre a Livigno,  che sembra sfiorare le piste da sci.

 In realtà, Livigno, tra tutte le località della Valtellina, è la più adatta per una vacanza attiva. È adatta agli sciatori, anche a chi pratica freeride, ed è perfetta per avvicinarsi alla disciplina del telemark, una sciata d’origine norvegese molto simile ad una danza. Ci sono poi le piste da snowboard, quelle per lo sci di fondo, e tantissimi sentieri da scoprire ciaspole ai piedi. Ma cosa possono fare, invece, gli sportivi in cerca di qualche emozione in più, e che non si accontentano di una semplice – ma comunque spettacolare – sciata a Livigno oppure a Bormio? Sicuramente ameranno navigare con la canoa il fiume Mera, che scorre in Val Chiavenna (accanto alla Valtellina), oppure potranno fare rafting o hydrospeed sull’Adda.

O, ancora, possono abbandonarsi alla tradizione per lasciarsi trasportare dal celebre Trenino Rosso del Bernina, che parte da Tirano e raggiunge St. Moritz, e che permette di scendere in 21 stazioni intermedie per escursioni ed esperienze enogastronomiche. Senza contare le tappe perfette per i trekking, per una ciaspolata, per una pedalata (a bordo del trenino è possibile portare la propria bicicletta), per un’esperienza d’equitazione (a St. Moritz) o per dedicarsi a vela, kite e windsurf. Sempre con la certezza di vivere una vacanza unica. Come uniche sono anche le strade della Valtellina: il “Mortirolo” (o “salita del pirata”), una delle salite più dure d’Europa, capace di mettere alla prova anche i ciclisti più esperti, oppure la Cima Coppi, che è il Passo dello Stelvio per antonomasia e che – coi suoi 2758 metri – è il punto più alto mai raggiunto dal Giro d’Italia.

Per maggiori informazioni su come vivere la Valtellina, e su come organizzare vacanze attive in tutta Italia, è possibile consultare il sito vacanzattiva.com, il primo brand che riunisce tutte le esperienze di turismo attivo sul territorio, e che propone esperienze uniche di trekking, su due ruote, sull’acqua e sulla neve, completandole con i servizi offerti dagli operatori turistici locali.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In collaborazione con Vacanzattiva

Valtellina: la meta perfetta per una vacanza attiva