Come raggiungere Trento e cosa vedere in un giorno

Dalle bellezze architettoniche a quelle paesaggistiche, una piccola guida per scoprire Trento in 24 ore

Trento è una città turistica facilmente raggiungibile sia dall’Italia che dall’estero grazie al suo Aeroporto di Trento Mattarello (o Aeroporto di Gianni Caproni), dalle città di Bolzano, Bergamo, e anche dalle più lontane Verona e Milano.

Dato che l’aeroporto è aperto ad un numero ristretto di aerei da turismo, è possibile decidere di partire anche da altri aeroporti, come l’Aeroporto di Bolzano-Dolomiti Francesco Baracca, situato a circa 50 km dalla città e a soli 6 km da Bolzano. In alternativa, l’Aeroporto di Verona-Villafranca Valerio Catullo è considerato ad oggi il maggiore punto di scalo per arrivare a Trento, sia da italiani che da stranieri.

Tutti coloro che non amano volare e preferiscono muoversi in treno possono farlo in poche ore di viaggio. Ad esempio, partendo da Roma su un treno ad alta velocità si può arrivare a Trento in circa 3 ore di tempo, pagando un biglietto anche dai 50 euro in su, approfittando delle numerose promozioni soprattutto se si prenota online, in anticipo. Per informazioni riguardo orari e costi si possono consultare la linea ferroviaria di Trenitalia, le Ferrovie Austriache o le Ferrovie Tedesche.

Per chi invece volesse spostarsi in modo del tutto indipendente con la propria auto, moto e camper, è possibile farlo attraverso l’Autostrada Brennero-Modena A22, collegata a sud con la A1 Milano-Napoli e la A4 Milano-Venezia. Inoltre, Trento è raggiungibile da Milano attraverso la SS42 Tonale e Mendola, da Verona con la SS12 Abetone e Brennero, e da Venezia con la SS47 Valsugana.

Trento offre panorami naturali che vale la pena scoprire, come il Monte Bondone che si erge sicuro dai 2.100 m di altezza e con i suoi oltre 20 km di piste innevate. Il Monte Bondone, in particolare la cosiddetta Gran Pista, è giudicata una delle 100 migliori piste al mondo. Si possono sperimentare anche escursioni organizzate a piedi e a cavallo.

A soli 15 km a est da Trento c’è poi il Lago Tombolino, uno dei laghi più romantici della città, situato nei pressi del Castello Tombolino, risalente al lontano 1300.

Tra le attrazioni archittetoniche da visitare, la Cattedrale di San Virgilio è stata costruita sulle reliquie del santo nel XII secolo ed è in stile gotico-romanico. La storia la ricorda per aver aperto le porte al famoso Concilio di Trento. Una volta che si è giunti nel cuore pulsante della città, non si può non visitare una delle pizze più belle d’Italia, la Piazza del Duomo, circondata da palazzi rinascimentali con al centro la famosa Fontana di Nettuno.

Con soli 8 euro si può ammirare il Castello del Buonconsiglio, un importante polo museale che custodisce ricche collezioni di dipinti e sculture. Con soli 2 euro in più si ha la possibilità di effettuare l’escursione con la visita guidata per conoscere più da vicino la storia locale.

Come raggiungere Trento e cosa vedere in un giorno