PROMO

Trentino Guest Card: ingressi a musei, castelli, trasporti gratis!

Accesso gratuito ai musei e ai mezzi di trasporto, convenzioni ed esperienze speciali: tutti i vantaggi della Trentino Guest Card

Se avete in programma una vacanza in Trentino, non perdetevi tutti i vantaggi della Trentino Guest Card. Gratuita se si acquista una vacanza presso una delle 2000 strutture convenzionate, permette di visitare i principali musei, castelli e parchi naturali della regione, di utilizzare liberamente i mezzi pubblici, di usufruire di sconti speciali in numerose strutture e di accedere a servizi esclusivi come visite guidate, salta-fila e degustazioni.

Ma come si ottiene, la Trentino Guest Card? È semplicissimo: basta prenotare un soggiorno di almeno due notti in uno degli hotel che aderiscono all’iniziativa. Non bisogna quindi pagare nulla per averla: è inclusa nel prezzo della camera, e viene consegnata all’ospite al suo arrivo nella struttura (oppure prima, via mail). Se invece si sceglie di soggiornare per una sola notte, la si può avere ad un prezzo agevolato chiedendo maggiori informazioni all’hotel. È quindi un grande regalo, la Trentino Guest Card, ed è disponibile in versione cartacea e su app IOS e Android. Un modo speciale e conveniente per visitare le maggiori attrazioni della regione, godendo di straordinari vantaggi. Grazie ad essa, si può entrare gratis in 60 musei (Muse e Mart inclusi), viaggiare in tutta libertà sui trasporti pubblici (treni e battelli inclusi), visitare gratuitamente 20 castelli e oltre 40 attrazioni, e degustare prodotti tipici direttamente dai produttori.

Ma quali sono alcune tra le più inedite esperienze che si possono vivere grazie alla Trentino Guest Card?

Il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina. A San Michele dell’Adige, è uno dei più importanti musei di cultura e tradizione popolare d’Italia e delle Alpi. Con le sue 43 stanze disposte su 5 piani, il museo è situato all’interno dell’antica prepositura agostiniana, un convento fortificato del 1100 in cui soggiornò persino l’imperatore Massimiliano I d’Asburgo. Al suo interno è possibile vedere oggetti di numerose aree tematiche: artigianato del legno, del metallo, dei tessuti; allevamento e alpeggio; caccia; religiosità; tradizioni; viticoltura, enologia e distillazione. Grazie alla Trentino Guest Card, vi si può accedere gratuitamente.

© Trentino – D. Lira

Il Museo delle Palafitte di Fiavè. Sito nell’antica Casa Carli di Fiavè, è un affascinante testimonianza della vita degli uomini nelle palafitte. Il Museo, ricco di reperti risalenti a circa 4000 anni fa, si trova all’interno del centro storico, poco lontano dal nuovo Parco delle Palafitte, costruito ai margini della riserva naturale del Lago Carera e nominato Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Ad accesso gratuito per i possessori della Trentino Guest Card, ospita alcuni tra gli oggetti in legno più antichi del mondo: tazze, mestoli, falcetti, trapani, manici per ascia.

© Trentino – D. Lira

Il Centro Visitatori di Paneveggio. Il centro, realizzato nel Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino, occupa gli ambienti ristrutturati di un´ex segheria alla veneziana costruita nel 1919. Sito poco lontano dal lago di Forte Buso, e racconta le storie e le leggende della Foresta dei Violini, la grande foresta di abete rosso e dove si possono ammirare esemplari di ungulati in un ampio spazio dedicato. Non si tratta solamente di un centro visitatori, ma di una sorta di piccolo museo in cui trovare informazioni sulle iniziative organizzate dal parco e per iscriversi alle stesse.

© Trentino – D. Marini

SASS – Spazio Archeologico Sotterraneo. Nel cuore di Trento, si trova l’accesso ad uno dei più incredibili luoghi del Trentino. Uno spazio sito sotto la superficie della città, un vero quartiere romano con i resti di una strada, abitazioni coi mosaici e addirittura con un sistema di riscaldamento a pavimento. I resti vennero in superficie durante gli anni Novanta, in occasione del restauro del Teatro Sociale di Trento: l’antica Tridentum, oggi, è risorta in tutto il suo splendore, dando vita ad uno spazio sotterraneo archeologico che è una sorta di salto indietro nel tempo, per scoprire la vita quotidiana del I secolo d.C. Visitandolo, si possono ammirare le antiche mura di cinta, i resti di una torre, una strada pavimentata con lastre di pietra rossa locale, i condotti fognari, cortili, un pozzo conservato in perfette condizioni e la bottega di un vetraio.

© Trentino – R. Kiaulehn

Esperienze magiche e imperdibili, che con la Trentino Guest Card diventano anche super convenienti.

In collaborazione con Trentino

 

Trentino Guest Card: ingressi a musei, castelli, trasporti gratis...