I silos delle terre australiane desolate sono ora opere d’arte

La street art diventa rurale. Le storie delle persone del posto sono immortalate in questi capolavori

Opere d’arte che si insinuano, meravigliosamente, nella natura e che raccontano storie di persone, di culture e tradizioni di una parte di un Paese, incredibilmente bello e complesso come l’Australia rurale.

Imponenti e grandissimi, funzionali ed esteticamente impattanti, sono i silos giganteschi che dominano il panorama campestre australiano e che sono stati scelti da alcuni street artist come tele dei loro capolavori. Quelli che sono da sempre componenti indispensabili delle sterminate coltivazioni di grano dell’Australia rurale, ora sono opere d’arte, motivo di orgoglio degli abitanti delle piccole città di campagna circostanti.

The Water Diviner’ silo di Fintan Magee – Fonte Getty Images

Opere talmente belle che, il servizio postale del Paese, ha deciso di trasformarle in francobolli per mostrare al mondo tanta magnificenza, ma anche per valorizzare, a livello internazionale, quei territori che a causa di una serie di problemi, tra cui la siccità e il logoramento della popolazione, rischiano di scomparire.

Una situazione di crisi che è stata trasformata in un’occasione di rinascita, grazie a questi famosi street artisti che hanno realizzato dei murales monumentali, illustrando la vita rurale, le persone, la storia e l’ambiente naturale. Il primo murales risale al 2015, realizzato a Northam, nell’Australia occidentale, altri artisti sono stati poi coinvolti nel corso del tempo per valorizzare luoghi dimenticati, attingendo elementi dalla realtà del posto. Così è nata la Form’s Public Silo Trail, un sentiero che mappa questi imponenti capolavori e che attira migliaia di visitatori.

The Goorambat Silo Artwork di Dvate – Fonte Getty Images

E così, da Thallon, città australiana del Queensland, che ha rischiato molte altre di scomparire nel nulla, a Weethalle, piccola città nella regione centro-occidentale del New South Wales, i silos hanno iniziato a prendere vita con le raffigurazioni di uccelli locali e animali da fattoria immortalati al tramonto o quelle relative alle principali attività agricole dei territori.

Con il suo inconfondibile stile, l’artista Hense ha reso unici, originali e incredibili i silos a Northam, mentre Rone ha dato nuova vita ai giganteschi granai personalizzandoli con splendidi ritratti.

A Weethalle, lo street artist Heesco Khosnaran, è stato in grado di riflettere fedelmente la gente del posto e la sua storia. Per realizzare i murales, l’artista si è ispirato a diverse fotografie raffigurando le principali attività agricole del distretto: tosatura e coltivazione del grano.

E così, quella parte di Australia più nascosta, e apparentemente dimenticata, è rinata, mostrandosi al mondo nella sua veste più bella.

Silos Heesco

Il murales di Heesco Khosnaran – Fonte Heesco

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I silos delle terre australiane desolate sono ora opere d’arte