Il lago che appare e scompare: mistero in Australia

Il Disappearing Tarn compare un paio di volte l'anno ed è visibile solo per qualche ora: chi ha la fortuna di averlo ammirato parla di "esperienza sensazionale"

Un lago che compare e scompare in poche ore, riuscite a crederci? Non è, come potrebbe sembrare, una magia presa a prestito da qualche fiaba, ma un luogo reale che (con un po’ di fortuna) potrete vedere anche voi.

Questo posto incredibile si trova in Australia, nascosto tra le montagne a Sud della Tasmania. Quando è visibile, il lago ha un colore azzurro intenso e l’acqua cristallina. Per la sua caratteristica di apparire e scomparire è stato ribattezzato Disappearing Tarn (laghetto che scompare).

Il fatto che il lago compaia all’improvviso un paio di volte l’anno e poi svanisca nel nulla subito dopo, ha fatto sì che il Disappearing Tarn fosse circondato da un alone di magia e mistero. La verità, purtroppo, è meno poetica di quanto si possa pensare (ma non per questo meno affascinante). A riempire d’acqua questo angolo incontaminato di foresta non è una sorgente sotterranea, ma sono le piogge o la neve. La copiosità delle precipitazioni e la temperatura dell’aria determinano l’ampiezza e la profondità del lago e, soprattutto, la sua “durata”: a volte resta visibile per giorni, altre solo per qualche ora, finché l’acqua non viene riassorbita dal terreno… come per magia.

Riuscire a vederlo è un’esperienza sensazionale, oltre che motivo di orgoglio riservato a pochi fortunati e intrepidi escursionisti. Sono tante le persone che affrontano un trekking di oltre sei chilometri, seguendo un sentiero che si inerpica sul monte Wellington, senza avere la certezza che il lago sia presente all’appuntamento. Ma, stando ai racconti di chi è riuscito a vederlo, vale davvero la pena fare un tentativo.

Il lago che appare e scompare: mistero in Australia