Voli quasi regalati: l’offerta è valida solo per oggi

Wizz Air ha lanciato un'offerta pazzesca con biglietti aerei a 1,99 euro

Wizz Air ha appena lanciato un’offerta incredibile, con 50mila biglietti aerei a partire da 1,99 euro a tratta. L’offerta è valida solo per oggi 14 dicembre, per partire fino al 28 febbraio 2022.

Abbiamo controllato le mete dove è possibile volare pagando solo 1,99 euro e abbiamo trovato posti ancora disponibili per Budapest partendo da Milano Malpensa, per Vienna partendo da Napoli e per Tallinn, in Estonia, partendo da Roma Fiumicino. Le mete sono molte altre, ma la disponibilità sta scemando di ora in ora. Ecco perché vi consigliamo queste tre località, da visitare in inverno.

Perché visitare Budapest

È una città sicura e low cost. E questo dovrebbe essere già abbastanza. Se state cercando un’idea per un weekend invernale, infatti, vi consigliamo un viaggio a Budapest. Con poco tempo a disposizione, il nostro consiglio è di dedicare una giornata alla visita di Buda e una a Pest. Le due metà della città sono divise dal Danubio. Vale la pena trovare anche il tempo per una minicrociera di un’ora lungo il fiume per ammirare i meravigliosi palazzi dall’acqua e i numerosi ponti (il famoso Ponte delle Catene è in fase di restauro ed è impacchettato, riaprirà nel 2022).

Le due parti della città sono ben riconoscibili in quanto molto diverse tra loro: Buda è la parte collinare mentre Pest è quella più pianeggiante. Inoltre, Buda è la zona più storica, con edifici che consigliamo di visitare di giorno perché hanno orari d’ingresso stabiliti, mentre Pest è perfetta per il tardo pomeriggio-sera perché ci sono più luoghi all’aperto da vedere senza vincoli di orari.

Buda è la zona più antica di Budapest ed è dominata dal castello, conosciuto anche come Palazzo Reale, che fu la residenza dei re d’Ungheria. Si tratta di un imponente complesso che si può visitare camminando lungo nuovissime passerelle panoramiche e salendo tramite comode scale mobili e ascensori. Dall’alto delle mura si gode di una vista impagabile della città. Il punto più bello è il Bastione dei Pescatori, un belvedere sulla collina di Buda dall’architettura inconfondibile.

Pest, invece, è la zona più moderna. È qui che si trovano i locali notturni dove fare aperitivi o dove andare dopo cena. Ciò non significa che a Pest non ci sia nulla da vedere, al contrario. È su questa sponda del Danubio che si trova il Parlamento, uno dei simboli della città, ben riconoscibile dalla sua enorme cupola, il terzo più grande del mondo.

Perché andare a Vienna

Visto che l’Austria ha appena riaperto i confini ai turisti, è il momento di prenotare un viaggio nella sua Capitale. Il centro storico di Vienna, l’Innere Stadt, dichiarato nel 2001 patrimonio dell’umanità dall’Unesco. è un vero gioiello e affascina i visitatori con le sue diverse anime. Non solo la Vienna asburgica, Capitale dell’Impero, ma anche la Vienna della musica e dell’arte. È una città che ha davvero tanto da raccontare ed è capace di stupire ogni turista.

Iniziate l’itinerario partendo da Stephansplatz e dal Duomo di Santo Stefano, il simbolo di Vienna. Costruito a partire dal XII secolo, è il più importante edificio gotico austriaco. Nella vicina Domgasse al civico 5 si trova l’unico appartamento abitato da Wolfgang Amadeus Mozart.

Percorrendo la Kärntner Straße, una delle vie dello shopping viennesi, si giunge allo Wiener Staatsoper. Costruita in stile rinascimentale, l’Opera di Vienna fu distrutta da un bombardamento durante la Seconda guerra mondiale e successivamente ricostruita. Tappa obbligata per gli amanti della musica, è uno dei teatri lirici più famosi al mondo. Il museo dell’Albertina è invece la sede delle più importanti mostre temporanee del mondo. Ospita anche una collezione permanente di oltre un milione di stampe e di migliaia di disegni di artisti del calibro di Dürer, Klimt e Picasso.

Infine, prendete il tram e fate il giro della Ringstrasse; qui si trovano alcuni degli edifici più importanti di Vienna. Il grande viale, voluto dall’imperatore Francesco Giuseppe I lungo il corso delle antiche mura diede alla città un respiro più ampio collegando l’Innere Stadt ai nuovi quartieri borghesi edificati fuori dall’antico centro storico.

Perché fare un viaggio a Tallinn

Dicono sia la città più bella d’Europa. Vedere per credere, dunque. La splendida Capitale baltica presenta un curioso collage architettonico di varie epoche: anche un occhio meno allenato alla storia dell’arte riesce a riconoscere palazzi antichi e meravigliosi che convivono con strutture futuristiche. Se di giorno a farla da padrona sono arte e cultura, la sera si risveglia la nightlife e, dopo la cena, in uno dei tanti ristoranti, si accende una città festaiola tutta da scoprire.

Tallinn è una città piccola, che si visita anche in un weekend. Il centro storico, Vanalinn (Città Vecchia), arroccato tra mura, palazzi d’epoca e chiese è Patrimonio mondiale dell’Umanità. Da non perdere, nel cuore della Città Vecchia, il municipio, un bellissimo edificio gotico che ora è sede di un interessante museo sulla storia della città.

Il palazzo di Kadriorg, circondato da uno splendido parco, fu donato dallo Zar Pietro il Grande all’amata moglie Caterina. L’edificio è elegante, con una facciata bianca e rossa ispirata alle ville italiane del ‘700 ed era la residenza estiva dello Zar. Al suo interno si trovano oggi due musei, il museo di Arte straniera e il KUMU, Museo d’Arte Nazionale, dove è conservata la più grande collezione di arte estone.

Da visitare anche la magnifica cattedrale russo ortodossa Alexander Nevskij, sulla Lossi plats (piazza del Castello), sulla cui torre spicca la più grande campana d’Estonia, e le torri difensive, l’unica parte rimasta delle mura che hanno difeso Tallinn durante i secoli. E poi c’è la “nuova city”, sede del quartiere finanziario, ricca di grattacieli, uffici e centri commerciali dall’architettura moderna.

budapest-castello
Fonte: 123rf
Una splendida vista del castello di Budapest